Nel solennità della Chiesa locale, lo scorso 19 novembre, la comunità di Ville Cloze si è riunita per inaugurare il rinnovato tetto della cappella dedicata a Sant’Antonio. Il clima – un sole insolitamente caldo per la stagione – ha voluto dare il suo contributo alla festa che ha visto anche la presenza del vescovo di Pinerolo, monsignor Derio Olivero, salito in Valle per conoscere questa piccola ma vivace borgata alpina. Rivolgendosi al sindaco di Fenestrelle, Michel Bouquet (che gli ha donato un libro sulla storia del Forte), al comitato che ha curato la ristrutturazione dell’edificio e ai numerosi fedeli riuniti sul piazzale a lato della chiesa, il vescovo ha ricordato che «le radici sono importanti ma, per rimare fedeli alla tradizione dei nonni e dei padri, occorre avere il coraggio di cambiare quella stessa tradizione».
Il parroco di Mentoulles, don Johnny Barquero, nell’omelia della messa ha ringraziato quanti si sono prodigati per sistemare la cappella e ha ricordato che ogni cristiano è tempio dello Spirito Santo. Al termine della celebrazione ha poi donato alla comunità un quadro raffigurante sant’Antonio con la preghiera popolare «Sant Antoni pien d’virtù feme truè lon che l’hai perdù».
Un abbondante rinfresco ha offerto l’opportunità di salutare vecchie conoscenze e stringere nuove amicizie.