«Tre settimane fa il Piemonte è stato colpito da una grave alluvione, fortunatamente con pochissimi danni alle persone (una sola vittima, per cui siamo addolorati), ma con gravi danni materiali a tante strutture pubbliche e private. Per le vicende della crisi di Governo ci sono già stati almeno due riunioni del Consiglio dei ministri senza che ci sia stata la proclamazione dello stato di calamità. Spero che il prossimo sia quello buono; tutta la popolazione lo attende e anche l’intervento che mi ha preceduto ha richiamato questo punto».

È quanto ha detto Lucio Malan, senatore lusernese di Forza Italia, nel suo intervento sulla fiducia al governo Gentiloni.

«Nel primo consiglio dei ministri utile – ha aggiunto Malan – il punto non è stato affrontato, superato dall’annuncio delle dimissioni. Il successivo è stato quello inaugurale del governo Gentiloni e nuovamente non se ne è parlato. Spero che in occasione della nomina di vice ministri e dei sottosegretari ci si ricordi dell’alluvione in Piemonte».

malan