Hockey. I biancorossi tirano fuori gli artigli e allungano la serie

Ihnacak vs Plante Valpe

Brian Ihnacak raccoglie un passaggio di Aquino e getta il disco alle spalle di Plante per il goal che vale il 4-1

Il solito Rob Sirianni, uno strepitoso Anderson versione attaccante e una fase difensiva accorta: questi gli ingredienti che hanno permesso a Flanagan e Armani di trovare la ricetta per avere la meglio, almeno per una volta, sul lanciatissimo Asiago. Il tabellino finale recita 4-1 per i biancorossi, risultato maturato grazie a una doppietta di Sirianni, un goal di Anderson e uno di Ihnacak, intervallato da una rete di Di Domenico che aveva momentaneamente accorciato sul 3-1. Dopo l’annichilente sconfitta di sabato ad Asiago (6-1 per i veneti), in cui la Valpe non è mai stata in partita, Flanagan ha lavorato sulla testa dei giocatori e mischiato qualche carta (Anderson in attacco, e rientro di Baier in difesa). Mosse efficaci, perché la Valpe scesa sul ghiaccio ieri sera è lontana partente di quella che aveva preso un’imbrarcata tre giorni prima. «Abbiamo cercato di spiegare ai giocatori che gara 2 non è stata una partita storta – commenta Flanagan a fine gara– di quelle perse per sfortuna, ma una partita completamente sbagliata; dal primo all’ultimo minuto. La gara di stasera aveva un’importanza fondamentale, oltre che tener viva la serie, sotto l’aspetto psicologico: i ragazzi arrivavano da una partita senza storia, dominata dall’Asiago, e hanno reagito bene. Adesso affronteremo gara 4 con un altro spirito». Una vittoria di cuore quella della Valpe, che allunga la serie almeno fino a gara 5. Completare la rimonta e vincere lo scudetto resta un’impresa quasi impossibile, ma ora questo Asiago non sembra più imbattibile.