Lusernetta. Il 13 gennaio scorso la festa patronale di Sant’Antonio Abate

Copertina_LusernettaQuest’anno la festa patronale della parrocchia Sant’Antonio Abate di Lusernetta, celebrata domenica 13 gennaio, è stata densa di avvenimenti e di gioia. Durante la celebrazione eucaristica, infatti, è stato presentato il nuovo libretto canti della parrocchia, dal titolo “Cantiamo al Signore”. «La stesura del libretto è iniziata durante l’estate a cura dell’oratorio – raccontano gli animatori – dopo aver informato il vescovo che ha appoggiato la nostra iniziativa e ci ha inviato una dedica che si trova in apertura del libretto. È stato un lavoro lungo e complesso, in quanto abbiamo scelto di rendere il libretto completo». Sono stati inseriti tutti i canti che liturgicamente si possono utilizzare nei vari momenti della messa e tutta una serie di canti nuovi, ancora da imparare. «Abbiamo pensato di farlo già più articolato – proseguono gli animatori – in quanto, su consiglio anche della tipografia, i libretti sono stati rilegati come un vero e proprio libro, in modo da poter durare diversi anni senza bisogno di modifiche o di ristampe. Sono stati inseriti inoltre tutti gli schemi delle preghiere eucaristiche e le due formule del Credo (Simbolo apostolico e Simbolo niceno). Come oratorio abbiamo curato la scrittura dei canti e una prima impaginazione iniziale. L’impaginazione finale, la stampa e rilegatura dei libretti, invece, è stata fatta a cura del Centro Studi Silvio Pellico di Cercenasco. Ci auguriamo che tutti i parrocchiani vedano nel libretto «Cantiamo al Signore» un valore aggiunto per la nostra parrocchia e uno strumento valido ed utile per le liturgie eucaristiche, che possa davvero aiutarci, come ha detto il vescovo nella sua dedica, a far sì che la nostra vita sia un canto nuovo di amore verso Dio e verso il prossimo. Un passo avanti, insomma, al quale ci abitueremo poco alla volta con la collaborazione di tutti». Nella stessa giornata di domenica 13, dopo la messa, al termine della quale è stato benedetto e distribuito il pane preparato da alcune famiglie della comunità parrocchiale ed abbellito a cura dell’Oratorio, la festa è proseguita nel salone parrocchiale con il pranzo comunitario. Nel pomeriggio sono state proiettate le fotografie e il video dei presepi iscritti alla quinta edizione del Concorso «Il presepe in ogni casa». Ogni partecipante ha ricevuto un premio in base all’età (adulti, giovani e giovanissimi). I primi tre classificati, scelti dalla giuria popolare istituita tramite la pagina facebook del profilo del giornale «Vita della Comunità Parrocchiale» (il mensile della parrocchia), sono stati: al 1° posto Sabina Comba; al 2° posto (a pari merito) Elizabeth Rostan, Gessica e Sabrina Giachero; al 3° posto (ancora a pari merito) Sara e Sofia Costa, Chiara, Beatrice e Francesco Saggiorato. La festa è poi proseguita con la mostra-mercatino dei lavoretti realizzati in oratorio e con un torneo di scala 40 che ha visto la partecipazione di tutti, giovani e meno giovani. Gli animatori hanno voluto, infine, dedicare un pensiero a coloro che erano presenti: «Desideriamo ringraziare di vero cuore tutti coloro che hanno contribuito alla buona riuscita della festa. Abbiamo davvero toccato con mano che l’unione fa la forza e che ognuno può dare il proprio contributo mettendo le sue capacità a servizio degli altri, con entusiasmo e voglia di fare. Per andare avanti fruttuosamente c’è bisogno della partecipazione e dell’impegno di tutti. Ciascuno di voi è prezioso. Insieme possiamo davvero fare grandi cose, nella semplicità e nella gioia». Il ricavato del mercatino sarà destinato in parte a sostenere le spese per l’adozione a distanza di un bambino che vive a Cebu City, nelle Filippine, e in parte per le necessità dell’oratorio.

Cristina Rossetto