Si è conclusa la campagna elettorale, sono finiti i tempi dei proclami e delle promesse: ora inizia il momento di mettersi in gioco. «Siamo già al lavoro – afferma Federico Comba, novello sindaco di Frossasco – Stiamo infatti cercando di capire cosa c’è all’interno dell’organismo comunale per iniziare le nostre mansioni. Ci occuperemo comunque principalmente della manutenzione ordinaria: c’è molto da rimettere a posto. Ringrazio inoltre tutta la popolazione per la fiducia che ci ha dato: cercheremo di contraccambiare ciò che hanno espresso con il voto».
Ringraziamenti arrivano anche da Roletto. Dice infatti il sindaco Cristiana Storello: «Ringraziamo tutti i rolettesi che si sono fidati e che hanno rinnovato il nostro incarico superando il quorum: così facendo hanno permesso al comune di evitare il commissariamento». Tutti i comuni con una sola lista hanno superato quorum e numero di schede valide. Oltre a Roletto troviamo di Buriasco con Carlo Manavella; Cantalupa con Giustino Bello; Cercenasco con Teresa Rubiano; Piscina di Pinerolo con Enrico Ceresole; San Secondo con Adriana Sadone. I due più a rischio sono stati Cantalupa e Piscina con, rispettivamente, 346 e 620 schede bianche o nulle: questi infatti i due numeri più alti in zona.
Negli altri comuni della pianura i nuovi sindaci sono Leopoldo De Riso ad Airasca; Christian Bertone a Macello; Claudia Virano a Pancalieri; Carla Peiretti a Scalenghe; Claudio Restagno a Vigone e Adriano Miglio a Osasco. Proprio il primo cittadino osaschese, al secondo mandato, ha dichiarato di essere molto soddisfatto del risultato ottenuto. «Soprattutto per le percentuali con cui è maturato – ha aggiunto riferendosi al 79,27% dei voti a favore – Ora ci incontreremo con la lista per definire incarichi e priorità».

 

Manuel Marras