È stata una bella sorpresa per tutti l’eredità di don Grande, per 28 anni anni parroco di Cercenasco. «Più di 450 mila euro – riferisce il sindaco, Teresa Rubiano – destinati al comune». Don Giovanni Battista Grande, classe 1929, mancato il 14 luglio scorso, ha voluto così lasciare alla sua comunità un segno tangibile del suo affetto.

«Non conosco bene la cifra destinata alla parrocchia – ammette l’attuale parroco, don Roberto Debernardi – ma so che quello che ha donato era suo patrimonio personale». Don Roberto, che gli è succeduto 19 anni fa, racconta che don Grande si era trasferito a Cavallermaggiore ma dopo alcuni anni è tornato a Cercenasco.  «Troppi vecchi! diceva».  Era ancora attivo in parrocchia e viveva in una casetta in paese con una cugina.  Come utilizzerà la parrocchia questi soldi? «Sicuramente saranno investiti nell’oratorio e in una casa per incontri – prosegue don Roberto – e , poichè l’oratorio confina con l’asilo, studieremo con il Comune un progetto insieme».

Ma quella economica non è la sola eredità lasciata da don Grande.  «Negli anni settanta aveva unito una comunità divisa, un po’ alla don Camillo e Peppone», sorride il parroco.

 

C.M. 

don-grande