25 giugno 2016 

«Il 7 maggio 1991 davanti al notaio Roberto Goveani di Pinerolo 21 frossaschesi danno vita all’associazione turistica Pro Loco di Frossasco. Da allora l’attività della associazione è sempre stata prolifica di manifestazioni riscuotendo il consenso del numeroso pubblico. Col tempo le persone alla guida si sono susseguite alternando stili e modalità differenti nel condurre l’associazione». Questa la nascita e le attività della Pro Loco di Frossasco in questi anni, nelle parole dell’attuale presidente Andrea Mameli. Sabato 7 maggio scorso l’associazione frossaschese ha compiuto 25 anni. Mameli commenta a questo proposito: «Tante cose sono cambiate: il paese, le leggi, lo statuto e le persone che però, sono sicuro, hanno mantenuto lo stesso spirito di servizio e l’entusiasmo che avevano i fondatori».
Ovviamente i festeggiamenti sono in corso e in particolare c’è una data scelta apposta per celebrare questo momento: «Per sottolineare l’anniversario – afferma il presidente – abbiamo deciso di organizzare una manifestazione che si terrà domenica 26 giugno. L’abbiamo denominata “Big smile – La sagra del sorriso” proprio per evidenziare il senso di festa che vogliamo esprimere in quel giorno».
Ricchissimo il programma dell’evento che prevede intrattenimenti di varia natura, con la presenza di stand e associazioni che si posizioneranno lungo via Sergio De Vitis a partire dalle ore 15. Poi alle ore 17, in piazza Saint Jean De Moirans sarà il momento del “Grande gala della magia” con la partecipazione di numerosi maghi provenienti da tutto il Piemonte. Naturalmente l’occasione avrà anche una finalità sociale. Infatti come sottolinea Andrea: «In un giorno così di festa abbiamo voluto ricordarci in modo particolare delle persone meno fortunate: così tramite le associazioni di volontariato della provincia di Torino, abbiamo invitato tutti i disabili che saranno nostri graditi ospiti. La manifestazione ha anche ottenuto il patrocinio della Regione, del Consiglio Regionale del Piemonte e del comune di Frossasco».
Sollecitato sui programmi del prossimo mezzo secolo di Pro Loco il presidente ha risposto sorridendo: «I progetti per i prossimi 25 anni? Beh… Tenteremo di lasciare un terreno buono per lavorare a chi verrà dopo di noi, e poi il programma lo faranno loro».

Manuel Marras

proloco frossasco