L’adozione di bambini che possano andare a scuola è promossa da Comune, parrocchia e Fondazione Pro Senectute Buone notizie dal Rwanda sul progetto di sostegno scolastico a distanza per i ragazzi di Ngoma lanciato nel 2011-2012 da Comune, Parrocchia e Fondazione Pro Senectute di Cantalupa con il sostegno di Vita Diocesana.
L’iniziativa prevedeva l’aiuto nel pagamento delle rette scolastiche per i ragazzi in condizioni di povertà che rischiavano di essere espulsi dagli istituti per il mancato pagamento dell’iscrizione ai trimestri del 2012. La Fondazione Pro Senectute, grazie a numerosi contributi, era riuscita ad inviare, lo scorso febbraio, 3.800 euro alla Caritas diocesana di Butare (Rwanda). Quest’ultima ha provveduto a pagare direttamente le rette dei ragazzi in manifeste condizioni di difficoltà economica, e precisamente 11 studenti per il primo trimestre 2012, 37 per il secondo e 22 per il terzo.
Lo scorso settembre la signora Maria Utler della Caritas diocesana di Butare (Rwanda) ha provveduto ad inviare alla Fondazione Pro Senectute il resoconto finanziario del progetto e tutte le ricevute di pagamento delle rette scolastiche effettuate grazie al sostegno dei benefattori cantalupesi e non. Unitamente ai documenti di rendicontazione del progetto, l’Abate Fidèle Mukwiye, direttore della Caritas di Butare, ha inviato una lettera di sentiti ringraziamenti per i sostenitori del progetto e per la Fondazione che lo ha portato avanti.
Proprio per il successo che l’iniziativa ha riscosso nel 2012 gli organizzatori hanno deciso di rilanciare il progetto per l’anno scolastico 2013 (in Rwanda l’anno scolastico inizia a gennaio e termina ad ottobre). Per chiunque voglia sostenere l’iniziativa è possibile donare un contributo direttamente presso la Fondazione Pro Senectute ONLUS in via San Martino 3 (verrà rilasciata una ricevuta al donatore), oppure mediante bonifico bancario (cod. IBAN IT 26 Z 033 5901 6001 0000 0002 565). Presso la Fondazione, oltre al resoconto finanziario, saranno presto disponibili le pagelle e le foto dei ragazzi che hanno potuto continuare gli studi, con migliori prospettive per il loro futuro, grazie alle donazioni. Per qualsiasi informazione sul progetto si può contattare il numero 333 9831875.

Miriam Paschetta