La Giunta regionale del Piemonte ieri ha nominato i  direttori generali delle aziende sanitarie piemontesi, con mandati di durata triennale. Sono 17 gli incarichi assegnati e 8 le conferme. Tra queste c’è quella di Flavio Boraso alla direzione dell’ASL TO3.

Tra i più critici nei confronti di questa conferma gli esponenti regionali del M5S, i quali, in un comunicato firmato Davide Bono e Gianpaolo Andrissi, ricordano che il direttore generale dell’ASLTo3 è: «finito sotto indagine per turbativa d’asta […] riguardante il Partenariato Pubblico Privato per l’acquisto di macchine biomedicali», e giudicano «quantomeno inopportuna la conferma di Boraso a questo ruolo, una responsabilità politica pesante per l’assessore Antonio Saitta».

Dal canto suo Boraso ha scritto: «In questo momento personalmente non semplice, mi inorgoglisce ancora di più questa nomina».