Sabato 14 e domenica 15 settembre, a Barge si terrà una rievocazione storica che permetterà ai presenti di rivivere il Saccheggio del 1690, battaglia avvenuta tra le truppe francesi – su ordine del Maresciallo Nicolas Catinat – e quelle della guarnigione Savoia, che si batté fino all’ultimo per difendere al meglio il proprio territorio, grazie anche e soprattutto all’eroismo dei bargesi. I gruppi riprodurranno fedelmente il mondo delle armate rivali dell’epoca nelle divise, nella vita giornaliera al campo, nell’addestramento, nel modo di muoversi sul terreno durante le diverse fasi dei combattimenti, negli ordini in lingua originale, nell’utilizzo di precise repliche di armi autentiche di quel periodo storico. La memoria storica, per molti racchiusa solo nei libri di scuola, potrà essere vissuta in maniera “palpabile” come se si stesse attuando un salto temporale, che riporterà al presente non solo la cronologia degli eventi, ma anche lo spirito d’attaccamento alle proprie radici e alla propria patria che animò i combattenti, pervasi dagli ideali di libertà e coesione comunitaria.

Anche quest’anno il temibile generale Catinat tornerà quindi a Barge alla guida delle truppe francesi con l’intento di saccheggiare la città. Ma il popolo di Barge venderà cara la pelle e in questo week-end di settembre aprirà le porte a tutti coloro che vorranno tornare indietro nel tempo per prendere parte alla rievocazione storica della battaglia, ai festeggiamenti del sabato sera, e a molti altri intrattenimenti e sorprese. Dalle ore 18 del sabato il pubblico presente potrà visitare gli accampamenti degli eserciti francese e piemontese e prendere parte alla cena storica, allestita dalla Pro Loco e animata da attori in abiti d’epoca. Seguiranno le prime scaramucce delle truppe nemiche e un concerto di musica occitana tutta da ballare fino a notte inoltrata. La giornata della domenica si aprirà con la messa alle ore 10, seguita da animazioni dei gruppi storici presenti. Nel pomeriggio, alle ore 16, la grande battaglia per le vie del paese, con l’utilizzo di cannoni, fucili e spade, in cui il Catinat darà sfoggio di tutta la sua crudeltà e sete di sangue. Chi avrà la meglio? Lo scopriremo solo sul campo!

Alla manifestazione partecipano gli abitanti ed amici di Barge in abito storico, la Proloco e l’Associazione Commercianti di Barge, l’Associazione ”La Cerchia”, gruppo Storico Culturale di ricerca, rievocazione e ricostruzione storica ed archeologica, Gruppo Storico di Revello – Giovanni De Reges, l’Associazione Gruppo Storico Marsaglia 1693.

AA Reg Saluzzo in fila