Domenica 8 luglio 2018 come ogni anno dal 2005 e cioè da quando il Lago Grande di Avigliana è diventato balneabile, per le meritevoli opere di bonifiche apportate, ha luogo questa traversata a nuoto non competitiva del Lago Grande. Le novità rispetto allo scorso anno sono state che quest’anno la partenza, avvenuta circa alle 10, si è effettuata dal Centro Velico che lo scorso anno era il punto di arrivo e i nuotatori sono arrivati al Club Sport Nautici che nella trascorsa edizione era il punto di partenza e che l’intero evento era già registrato e monitorato “on line” così ognuno ha potuto sapere all’istante la temperatura dell’acqua, il servizio meteo locale aggiornato e il luogo preciso di partenza. L’intero evento è stato seguito con barche d’appoggio del Centro Velico e con un medico a bordo, sommozzatori in acqua e la presenza costante sulle due sponde della Croce Rossa locale. Vi è stato inizialmente il saluto del Sindaco di Avigliana Andrea Archinà che ha anche compiuto la traversata a nuoto. Il percorso è lungo da una sponda all’altra circa 800 metri e il primo arrivato (che ha ricoperto tale tratto in poco più di 10 minuti) è stato Pieri Stefano, responsabile tecnico del gruppo sportivo delle Guardie di Finanza, che per totale onestà ha asserito di aver compiuto tale tempo record con l’ausilio delle pinne. La prima donna che è pervenuta all’arrivo (solo per curiosità perché ribadisco che non si è trattata di una competizione sportiva) è stata, senza l’ausilio delle pinne, Sabrina Capellupo del CUS (Centro Universitario Sportivo) di Torino e la prima donna con le pinne, Dosio Nadia di Avigliana, facente parte come il primo maschile anch’essa del gruppo sportivo delle Guardie di Finanza. Ben tre bambini hanno compiuto l’intero percorso a nuoto e in meno di 30 minuti: il più piccolo con salvagente e pinne è stato Jacopo Girardi di soli 6 anni e senza pinne Virginia Fano di 8 anni e Maria Putiri di 9 anni. Da notare anche la presenza dell’Unita Cinofila – Federazione Italiana Nuoto con la partecipazione di Maddalena Lorella col cane Sam (Gran Roche) che ha compiuto con gli atleti tutta la traversata del lago. Infine tra i partecipanti (circa un’ottantina) vi era anche Arnaldo Reviglio, consigliere comunale, di anni 65 che ogni anno puntualmente compie questa traversata, per l’amore che lo lega ad Avigliana e per mettersi alla prova, ed anche questa volta è giunto puntualmente all’arrivo con le proprie forze per la volontà che lo contraddistingue e non conta il tempo impiegato perché fra tutti i partecipanti era il “veterano” in tutti i sensi, sia come età, sia come militanza amministrativa e sia come numero di traversate compiute dal 2005 ad oggi. Quest’evento è stato organizzato dalla Città di Avigliana, Assessorato allo sport e si chiama per l’appunto “Nuota in Comune” perché l’evento è stato effettuato con la diretta collaborazione di Aldo Castelli, responsabile del Settore Tecnico, Luisella Ceretta, ufficio cultura e sport ed Enrico Tavan, assessore allo sport (tutti e tre del Comune di Avigliana). Tra i partecipanti presenti vanno citati Fiorenza Arisio, assessore sanità ed ambiente e Fulvio Salzone, assessore ai lavori pubblici della Città di Avigliana, Laura Saccenti, vicesindaco di Buttigliera Alta, Maria Stella Aglianò, assessore di Almese e Franca Gerbi, assessore allo sport di Villar Dora, ma hanno partecipato anche semplici cittadini di Avigliana e addirittura provenienti da altre zone. Quella di quest’anno è la quattordicesima edizione (decima come “Nuota in Comune”) ed è stata aperta come ogni anno a tutti con partecipazione gratuita ed è terminato con un appetitoso rinfresco offerto dall’organizzazione.

 

Lodovico Marchisio