L’Associazione dei Piemontesi di Aix en Provence ha presentato gli Auguri ai suoi aderenti e simpatizzanti, lo scorso 25 gennaio nella Sala dei Matrimoni del Municipio di Aix en Provence.  La
manifestazione è iniziata con la conferenza di Martine Vasselin, docente di Storia dell’Arte,
Maestra di Conferenze all’Università di Aix-Marseille, sugli affreschi del Castello della Manta, residenza
appartenente ai Marchesi di Saluzzo in Piemonte. Il suo esposto si è basato sul manoscritto del Marchese
Tommaso III, «il cavaliere erante», del quale due esemplari sono conosciuti: quello della Bibliothèque
Nationale de France a Parigi, in buon stato di conservazione e riccamente miniato dai monaci locali, e
quello di Torino assai sciupato nell’incendio del 1904. Con l’aiuto di quest’opera e il ciclo pittorico della
sala baronale del Castello della Manta, Vasselin ha aperto una finestra tra le più interessanti sulla
vita della società di quest’epoca cerniera tra il Medio Evo e il Rinascimento, ed ha presentato delle
connotazioni artistiche dell’epoca in Europa. «Avremmo potuto scorgere durante questa conferenza, la
grande delicatezza di esecuzione di questi affreschi, la premura data da questi artisti per una buona
comprensione delle immagini e la messa in evidenza di situazioni buffe sempre attuali. Tutto cio avrà
tenuto col fiatto sospeso un pubblico assai numeroso e molto interessato della nostra città di Aix en
Provence». Il presidente, Jean-Philippe Bianco, ha presentato gli Auguri dell’Associazione evocando rapidamente le attività svolte nel 2017 e quelle previste per il 2018, fra cui l’esibizione della corale «I sociu d’la bira» nel mese di giugno. Ha ringraziato i consiglieri municipali presenti : Michèle Einaudi, Josiane Solari, Noelle Ciccolini ed Hervé Guerera. Salutiamo qui ugualmente la visita di Jean-David Ciot, sindaco di Puy Sainte Réparade e di André Guinde ex-vice-presidente del Consiglio Generale e attuale presidente dell’Associazione Li Venturié. La manifestazione ha avuto termine con l’assaggio della
tradizionale «Galette des Rois» e del prosecco.