Non l’ha presa bene il PD di Pinerolo.  La decisione (comunicata ieri) della giunta pentastellata di chiudere al traffico automobilistico Piazza Facta e parte di via Trieste ha suscitato l’immediata reazione di Luca Barbero e Stefano Ricchiardi, rispettivamente capogruppo e segretario del Circolo del Partito Democratico di Pinerolo.

«Questa scelta ci ha sorpreso negativamente, per il merito e per il metodo. – scrivono in un comunicato stampa -.  Quanto proposto  è  stato fatto in maniera frettolosa e approssimativa, senza pensare alle ricadute reali. Nella condivisione della necessità di ampliare le aree pedonali crediamo infatti che quanto è stato deciso non sia né la prima, né la migliore delle scelte da prendere».

Quindi la proposta di «ragionare su tutta la mobilità e di concentrarsi, in questa fase, sulla pedonalizzazione delle piazza San Donato e Cavour e sulla loro qualità ambientale.
Siamo convinti che la decisione presa gioverà poco o nulla al commercio ed in particolare al commercio esistente in via Trieste».

Dalle parole all’azione gli esponenti del PD si impegnano ad lavorare affinché la decisione venga ritirata: «Abbiamo depositato un’interrogazione per potere affrontare il tema nel prossimo Consiglio comunale» e «abbiamo chiesto che venga convocata con urgenza la Commissione competente per portare la discussione nelle sedi istituzionali opportune».
Intanto pare che anche alcuni commercianti delle aree interessate si stiano già organizzando per manifestare le loro perplessità in merito.

luca-barbero-new