22 aprile 2014

L’allarme è scattato il giorno di Pasqua. Le insegnanti della scuola materna Agazzi di Pinerolo hanno lasciato le rispettive famiglie e si sono rese disponibili per contattare i genitori per un sospetto caso di meningite.
In realtà il bambino, di tre anni, già dal lunedì precedente aveva manifestato malessere. I sintomi, poi, si sono via via aggravati tanto che i genitori, giovedì 17, lo hanno portato al pronto soccorso di Pinerolo. Di qui al Regina Margherita di Torino che ha deciso di far scattare la profilassi. Quindi classi aperte il giorno di Pasqua con insegnanti, genitori e un medico dell’ASL che ha somministrato la profilassi (un antibiotico diluito in quattro dosi) ai 106 bambini della scuola e al personale della scuola. «Il dottor Antonio Incarbona è rimasto nella scuola fino alle 10:30 di sera e ha pazientemente risposto alle domande di ogni singolo genitore– racconta un’insegnante -. La disponibilità sua e dell’infermiera che lo ha assistito è stata davvero esemplare. Per buona parte della giornata le insegnanti hanno telefonato a tutti i genitori, invitandoli ad presentarsi all’Asl per la profilassi, le bidelle hanno aperto la scuola per permettere di rintracciare le famiglie».

Da ieri il bambino dà segni di miglioramento e pare scongiurata l’ipotesi di meningite.

 

23 aprile 2014

In un comunicato stampa l’ASLTo3 ha confermato che «al momento il bimbo interessato non è in pericolo di vita ed in ogni caso, dopo la profilassi effettuata, l’allarme è rientrato».

Nei prossimi giorni il Laboratorio analisi dell’Ospedale Regina Margherita renderà noti gli esiti degli esami effettuati.

 

 

meningite