I giorni venerdì 4, sabato 12, venerdì 18 e sabato 19 maggio, in occasione anche dell’annuale “Festa del Piemonte” che ininterrottamente l’associazione “Piemontesi nel Mondo” organizza da ventisei anni, saranno in visita al Monumento “Ai Piemontesi nel Mondo“ di San Pietro Val Lemina e al Museo Regionale dell’Emigrazione di Frossasco alcune delegazioni provenienti dall’Argentina, fra cui la nuova associazione “PieBA, Piemonte in Buenos Aires” della città di La Plata (Provincia di Buenos Aires) e l’ “Agrupación Coral Italo-Argentina Emigranti” di San Francisco (Provincia di Cordoba). Inoltre, alla vigilia della Festa del Piemonte, venerdì 18 maggio verrà accolto con particolare entusiasmo al Monumento “Ai Piemontesi nel Mondo“ l’ambasciatore della Repubblica Argentina in Italia, Arnaldo Tomás Ferrari, che darà seguito alle precedenti visite istituzionali argentine avvenute il 13 giugno 1991 da parte dell’allora governatore della Provincia di Cordoba Carlos Angeloz ed il 9 luglio 1994 dell’allora ambasciatore a Roma Carlos Keller Sarmiento. Visite che hanno rappresentato una testimonianza del valore simbolico e storico del Monumento, che il prossimo anno celebrerà il 45mo anniversario dall’inaugurazione, avendo acquisito un ruolo di richiamo e punto di riferimento nella riunificazione simbolica delle nostre comunità, emblema di memoria, di riconoscimento reciproco e di riconoscenza, immagine indelebile e potentemente sintetica di infinite storie di emigrazione. Una visita straordinaria e particolarmente significativa, quella dell’ambasciatore Ferrari, promossa dal vicepresidente dell’Associazione Ugo Bertello, che continuerà il 19 maggio a Frossasco al Museo Regionale dell’Emigrazione, dove nel contesto della Festa del Piemonte verranno presentate storie e cultura del “vecchio” e del “nuovo” Piemonte, esperienze di emigrati di ieri e di oggi, particolarmente di giovani che nell’attuale momento epocale accettano e vivono il mondo come Patria senza confini.

  Michele Colombino