16 dicembre 2013

Dopo lo stop di mercoledì scorso, potrebbero riprendere i blocchi stradali nel pinerolese. I vari gruppi del Comitato 9 dicembre si stanno riunendo per decidere sul da farsi e, nonostante gli aderenti alla protesta siano drasticamente scesi di numero, c’è uno zoccolo duro che vuole andare avanti.

Oggi è in programma una riunione al Parco Ruffini di Torino, in cui si decideranno le linee da tenere nei prossimi giorni. I blocchi erano previsti già per la giornata di oggi ma, almeno al momento, nel pinerolese non ce n’é traccia.

Questo perché i coordinatori del movimento stanno cercando di identificare e isolare le “teste calde”, che potrebbero provocare danni e spostare l’attenzione mediatica.

Nei giorni scorsi, alcuni movimenti politici, in testa la Lega Nord riunita a Torino per eleggere Matteo Salvini nuovo segretario, hanno provato un approccio con il movimento, subito rispedito al mittente: il coordinamento 9 dicembre non vuole patti con forze politiche presenti in parlamento.

Blocco via Saluzzo

La rotonda di via Saluzzo bloccata dai manifestanti durante la protesta del 9 dicembre