Quest’oggi, la Regione Piemonte ha incontrato i sindacati per un aggiornamento sulla tragica situazione della Pmt di Pinerolo. Un incontro che, purtroppo, si è concluso con un nulla di fatto.  «Dall’incontro di oggi in Regione, assenti i Funzionari del Ministero – spiega Cristina Maccari, sindacalista Fim-Cisl –, è emersa una cosa sola: il Ministero del Lavoro con i suoi Funzionari e il Ministro Poletti hanno cambiato troppe volte idea sulla possibilità di concedere la cassa integrazione ai lavoratori Pmt».

«Noi non ci arrendiamo, chiediamo al Ministro Poletti un Decreto ad hoc che copra, anche la fase transitoria, per i lavoratori Pmt per il periodo senza retribuzione».

«Ci sentiamo – conclude duramente la sindacalista – “presi in giro” da un Ministero che prima risponde Sì, poi No, poi “troveremo una soluzione”, poi demanda la soluzione alla Regione senza dire come fare. Ora intervenga il ministro Poletti e faccia un Decreto per dare una risposta positiva ai lavoratori PMT e a tutti quei lavoratoti in Italia che sono nelle stesse condizioni domenica 26 marzo consegneremo al Presidente del Senato, Pietro Grasso, in visita a Pinerolo, una lettera per il Ministro del Lavoro, Poletti sul problema aperto di Pmt».

 

Protesta-Pmt-Pinerolo-21-marzo