Sono stati oltre cento i volontari presenti all’incontro promosso dall’assessore alle politiche sociali e sanità del comune di Pinerolo, Lara Pezzano, lo scorso martedì 20 settembre presso il salone dei Cavalieri. E l’assessore non nasconde la propria soddisfazione per la serata nella quale si è creato, fin da subito, un positivo clima di collaborazione: «è stato raggiunto lo scopo dell’incontro, cioè conoscere i volontari e le associazioni che operano in campo sociale nel territorio pinerolese. Ma non solo. Per me era importante comunicare che il volontariato, soprattutto in questo persistente periodo di crisi dove aumentano le nuove povertà, non deve sostituirsi alle istituzioni e che il lavoro nei rispettivi settori non può basarsi solo sulla buona volontà che potrebbe anche venir meno».

Per non disperdere energie e fondi in troppi micro-progetti sono stati creati dei gruppi di lavoro di quattro o cinque associazioni che hanno lo stesso obiettivo, come il diritto al cibo, il sostegno al reddito, l’ambiente o l’emergenza abitativa.

Questi gruppi – le “sentinelle del territorio”, come le definisce Pezzano – si incontreranno nel tempo assieme a un consigliere di riferimento per portare in consiglio e in giunta richieste specifiche, ed evidenziare problemi e urgenze. «L’importante è che ci sia sempre l’amministrazione per creare un collante».

Tra i programmi a breve termine c’è l’organizzazione di una sorta di Banca del Tempo. «Se un cittadino in stato di necessità ha bisogno di qualcosa e avanza una richiesta particolare – spiega Pezzano – il comune, a fronte del contributo o del servizio erogato, richiede in cambio una certa quantità di ore di volontariato. Si tratta di trovare un sistema di baratto tempo-lavoro. Si devono ancora studiare alcuni aspetti ma spero di gettare le basi di riuscire ad attivarlo entro Natale».

Un altro progetto in tasca dell’assessore è quello di attivare, indipendentemente dalle sorti del Tribunale, uno “Sportello di Prossimità” che permetta di sveltire certe pratiche per chi si trova in situazione di disagio.

Soddisfatte anche le associazioni presenti.

«La serata è stata positiva e propositiva – commenta un volontario, responsabile de “Il Buon Samaritano” -. Ho apprezzato il coinvolgimento dell’assessore stessa e dei consiglieri nei gruppi di lavoro. Le intenzioni sono buone. Speriamo che le istituzioni mantengano l’impegno e le associazioni rispondano».

Cristina Menghini

OLYMPUS DIGITAL CAMERA

OLYMPUS DIGITAL CAMERA