22 giugno 2015

I Carabinieri restano a Pinerolo, almeno per il momento. Attualmente, infatti, non è stato messo in atto alcun provvedimento di abbandono della caserma di piazza Santa Croce.

Le condizioni obsolete di questa sede storica sono note da tempo e una nuova caserma è una necessità con cui ci si dovrà certamente confrontare. Si pensi ad esempio alle esigenze logistiche conseguenti all’alloggiamento del personale femminile che nella struttura ora in uso non può essere ospitato.

Tuttavia a tutt’oggi non vi è nulla di nuovo. Nessuna notizia reale. La speranza ovviamente è che l’amministrazione comunale possa presto trovare una buona soluzione a questo annoso problema che di sicuro non potrà essere rimandato all’infinito.

In caso contrario non si può escludere che in un futuro più o meno prossimo il Comando Centrale dei Carabinieri sia veramente costretto a mettere in atto quella chiusura che oggi, per fortuna, nessuno ha ancora decretato.

L’annuncio diffuso recentemente da una testata locale in merito all’addio dei Carabinieri alla Caserma di Pinerolo è dunque una “non notizia” che riprende fatti e discussioni che appartengono alla cronaca di più di un anno or sono.

Il sindaco Eugenio Buttiero, raggiunto telefonicamente, conferma: «Le voci di un trasferimento dei Carabinieri di Pinerolo non corrispondono al vero. Nei prossimi giorni, tempo di esaminare accuratamente il tutto, daremo una comunicazione dettagliata con la posizione del comune in merito alla vicenda. Il documento pubblicato sul giornale? È autentico ma risale all’inizio del 2014. Non c’è nessuna reale novità».

Rincara la dose Adriano Miglio, che si sarebbe offerto, secondo queste illazioni, di realizzare il nuovo stabile per la caserma ad Osasco: «Non so chi si sia inventato queste voci. Osasco non ha assolutamente la forza economica di fare questa cosa. La caserma di Pinerolo ha effettivamente dei problemi ma da lì a spostare la caserma ad Osasco ce ne vuole parecchio».

«A quanto pare – conclude Miglio – a Pinerolo è già partita la campagna elettorale, e iniziano a uscire queste voci per spostare voti».

Damiano-Mosca
(articolo pubblicato a pagina 20 sul numero di Vita diocesana Pinerolese del 21 giugno 2015)

Carabinieri generica