Una foto di gruppo scattata il 26 maggio scorso nella sede del Consiglio Regionale del Piemonte, a Palazzo Lascaris di Torino, in via Alfieri 15. Vincitori: Luca Favaro, Shivam Lalit, Valentina Monetti, Angelo Palella e Vittoria Rossetto, studenti della classe 3 del liceo dell’Istituto Maria Immacolata di Pinerolo. Hanno partecipato all’edizione 2016 del “Progetto di Storia Contemporanea” promosso dal Comitato “Resistenza e Costituzione” del Consiglio Regionale, in collaborazione con l’Ufficio Scolastico Regionale. Il concorso è giunto alla sua 35ma edizione.
Sono stati premiati 26 istituti scolastici del Piemonte: agli studenti un attestato ed alle scuole un riconoscimento per «l’attività svolta per la costruzione di una cittadinanza democratica e consapevole, di cui i valori della Resistenza e della Costituzione rappresentano un fondamento inalienabile».
Delle tre tracce possibili, «il 38,9% ha optato per la prima traccia (Strategia della tensione e anni di piombo: la stagione del terrorismo), il 13% per la seconda (Repubblica e trasformazione della società italiana) e il 48,1% per la terza (Migrazioni: “muri” vs “ponti”)». Gli allievi dell’IMI hanno scelto la seconda, meno frequentata. Sotto la guida del professor Marco Meotto (docente di Filosofia e Storia), hanno costruito un sito Internet sul tentativo di progressiva integrazione dei malati mentali, a partire dalla legge Basaglia. Ai ragazzi è stata regalata una copia della Costituzione con la firma di Enrico De Nicola ed una chiavetta USB.
«Nel progetto sono stati premiati 130 allievi, divisi in 26 gruppi da cinque componenti ciascuno. I vincitori hanno preso parte a viaggi studio nei luoghi della memoria in Bosnia Erzegovina (Sarajevo, Mostar, Srebrenica), a Trieste (Risiera di San Sabba, Foiba di Basovizza, al Sacrario di Redipuglia) e in Austria (campi di sterminio di Mauthausen e di Gusen)».

Marirosa Orlando

premiazione

Da sinistra: Luca Favaro, Shivam Lalit, Vittoria Rossetto, Angelo Palella, Valentina Monetti, suor Marirosa Orlando, Nino Boeti (vice-presidente del Consiglio Regionale del Piemonte)