23 luglio 2015

È previsto per il primo semestre del 2016, secondo le comunicazioni dell’AslTo3, il termine dei lavori di ampliamento dell’Ospedale E. Agnelli di Pinerolo.

Per velocizzare le pratiche, è stata estesa l’area di lavoro a disposizione delle imprese edili, cui è stato consegnato un cantiere di quasi 4.000 mq. in cui lavorano contemporaneamente 40 operai (più di un terzo dell’intero presidio).

Come prevedibile, l’aumento dell’area di lavoro porta con sé spostamenti e disagi per i reparti ospedalieri.

Ad esempio sono stati collocati nella nuova sede al 5° piano dell’area storica (edificio D) i servizi di Neurologia e Nefrologia mantenendo i 21 posti di ricovero in camere moderne a due letti con servizio e ampia sala di attesa comune per i famigliari.

Appena prima di tali servizi la Medicina Generale era stata trasferita nelle aree appena ultimate al 3° piano (con 19 posti letto) ed al 4° piano (con 21 posti letto) sempre con moderne stanze da 2 letti con servizi.

Il Servizio di Cardiologia era stato dapprima ospitato in medicina generale (dove i posti dedicati erano stati temporaneamente ridotti da 8 a 4) e da fine luglio il servizio verrà trasferito al 4° piano nell’area di pre-dimissione chirurgica occupando 6 posti letto, fino al termine del cantiere, quando potranno venire definitivamente collocati nella nuova area dedicata.

L’area di osservazione/ricovero della medicina e Chirurgia d’urgenza presso il DEA è appena passata dai 4 posti letto ai 10 posti letto monitorizzati previsti dove confluiscono, fino a fine lavori, anche i pazienti dell’unità di terapia intensiva coronaria (UTIC) già collocata al 2° paino.

Lunedì 13 luglio sono inoltre stati ultimati i lavori di bonifica da fibre di amianto di alcune aree, sovrastanti l’accettazione degli ambulatori specialistici, inoltre è stato realizzato il rinforzo strutturale con la gettata di una nuova soletta al 1° e 2° piano della parte storica.

Ciò ha consentito di far tornare nell’ubicazione originaria sia l’accettazione sia numerosi ambulatori specialistici (es. chirurgia, urologia,endoscopia,ortopedia, ORL, ecc.) che nel frattempo erano stati trasferiti sia presso l’ex Cottolengo sia sotto la Direzione sanitaria del Presidio al 1° piano.

Infine entro settembre 2015 verranno completati i lavori di adeguamento ed ottimizzazione energetica sugli impianti termoclimatici previsti dal nuovo contratto per la gestione calore 2015/2020 e da settembre 2015 in poi sarà attivo il nuovo “cantiere nel cantiere” per l’adeguamento alle norme prevenzione incendi con finanziamento regionale dedicato di 390.000 euro.

«Ci scusiamo con i pazienti e famigliari per gli inevitabili disagi di questi mesi di intenso lavoro di cantiere che peraltro ha presentato notevoli “sorprese” in corso d’opera – sottolinea Flavio Boraso, Direttore Generale dell’AslTo3 – che ha richiesto a tutti i dipendenti uno sforzo notevole per mantenere attivi i servizi e per i molti spostamenti necessari; anche a loro intendo rivolgere il più sentito ringraziamento».

«I problemi che comportano i lavori non mancano di certo ma li stiamo monitorando e risolvendo con l’Ufficio Tecnico e la Direzione sanitaria del Presidio giorno dopo giorno; al termine dei lavori il Pinerolese avrà un ospedale di riferimento moderno e funzionale. Pertanto i cittadini e gli Amministratori del Pinerolese dovrebbero essere rassicurati da tali realizzazioni, che confermano il ruolo strategico del Presidio di Pinerolo nell’ambito della rete ospedaliera dell’AslTo3».

Ospedale-Agnelli-Pinerolo