Nella serata dello scorso 2 dicembre il sindaco di Pinerolo, Luca Salvai, ha convocato la cittadinanza per presentare il piano sul futuro della scuola primaria “Nino Costa” e sentire il parere dei genitori. Nel Salone dei Cavalieri, alla presenza dell’assessore ai Lavori Pubblici, Ermanno Cerrano, dell’assessore all’Istruzione, Antonella Clapier, e della dirigente scolastica Norma Crosetti, Salvai ha proposto in sostanza l’abbattimento della vecchia struttura e l’edificazione di un nuovo plesso scolastico moderno e a norma. Il costo per la ristrutturazione della vecchia scuola e le migliorie sismiche da apportare si aggirerebbe sui tre milioni di euro. Si tratta di un lavoro a lungo termine. Nel 2017 si passerebbe alla fase di progettazione (per circa 150 mila euro)  e la costruzione vera e propria andrebbe fino al 2020. Nel frattempo? Per ora due plessi scolastici condividono la stessa struttura, con tutte le difficoltà del caso. In attesa della “nuova” scuola si potrebbe utilizzare la struttura del vecchio asilo nido in zona Serena, dismesso da qualche tempo. La struttura è moderna e, con piccole modifiche (al costo di altri 150 mila euro), si potrebbero ricavare una decina di aule scolastiche ed un refettorio con la cucina in loco, nel quale i ragazzi potrebbero avere il pasto con due turni di mensa (come già avviene).  Il sindaco ha precisato comunque alcuni piccoli disagi: non ci sarà la navetta bus ma si può potenziare il servizio Pedibus; non c’è una palestra per l’attività fisica ma si può raggiungere con comodità quelle dei plessi scolastici vicini; gli spazi di laboratorio saranno limitati e non ci sarà un ascensore adeguato alle disabilità.  Il progetto è già stato proposto alla dirigente scolastica Norma Crosetti e alle insegnanti dei due plessi coinvolti. Questi ultime si sono dette favorevoli alla sistemazione presso l’ex nido di zona Serena. «Si tratta di una struttura luminosa e accogliente» hanno osservato. La piccola folla di genitori e insegnanti ha ascoltato con attenzione e i rappresentanti dell’amministrazione comunale hanno ascoltato gli interventi. Ai più sembra la soluzione migliore, in attesa di inaugurare la “nuova” Nino Costa.

Ives Coassolo

La scuola Nino Costa a Pinerolo

La scuola primaria “Nino Costa” a Pinerolo