La seduta di ieri sera del Consiglio comunale, oltre all’approvazione dell’assestamento di bilancio, ha avuto come tema centrale la mozione presentata da Enrica Pazè (Pinerolo in Comune) di impegnare il Comune a non costruire sotto la collina. Barbero e Rostagno (PD) hanno chiesto di ritirare la mozione perché la Regione deve ancora esprimersi sul piano paesaggistico: se l’area CP7 verrà inserita nel piano e dichiarata non edificabile, il problema non si porrà più, diversamente si rischierebbe di aprire nuovi fronti di contenzioso con i costruttori. Il capogruppo del M5S Pittau ha annunciato di aderire alla mozione, ma il Sindaco Salvai, dopo una sospensione della seduta per consultarsi con i suoi, a sorpresa ha annunciato che il M5S avrebbe votato contro la mozione, pur essendo contrario a costruire sotto la collina. La Pazè non ha comunque ritirato la mozione che, ovviamente, non è passata.

Approvata invece l’altra mozione della Pazè sul contrasto al razzismo, originata dall’omicidio del congolese richiedente asilo, con Caffaratto (Lega) che sul tema ha invece manifestato i suoi dubbi.

Mario Incardona

Il resoconto dettagliato del Consiglio sul prossimo numero di Vita Diocesana in uscita il 6 agosto

Enrica Pazè - foto Gandolfo

Enrica Pazè