16 gennaio 2015

 

Questa mattina, una simbolica “posa della prima pietra” ha dato il via ai lavori di riqualificazione dello stabile di Via Vescovado 20, a Pinerolo, per la realizzazione di undici alloggi di Social Housing.

Il progetto per il recupero dello stabile , di proprietà della Società Operaia di Mutuo Soccorso, ottiene il via libera della Regione, con un finanziamento di oltre 1 milione di euro.

In questi anni sono stati necessari diversi passaggi amministrativi e burocratici per poter arrivare all’avvio dei lavori.
Tra questi, nel 2012, l’approvazione del “Protocollo d’intesa per la realizzazione dell’intervento sperimentale di Social Housing localizzato nel comune di Pinerolo”, tra Comune di Pinerolo, Società di Mutuo Soccorso di Pinerolo e Regione Piemonte.
Il Comune di Pinerolo ha stanziato 448.602,508 euro per contribuire alla realizzazione di questo progetto.
Nel complesso, l’investimento, con il ribasso d’asta del 27,99%, ammonta a 1 milione e 300 mila euro, compreso di costo progetti, Iva e sicurezza.
I lavori sono stati affidati alla ditta Viviani Impianti Srl.
Nello stabile via Vescovado verranno realizzati 11 alloggi di metrature variabili, per un totale di circa 730 metri quadrati di superficie, con spazi comuni al piano interrato, quali lavanderia e sala incontri.
Da segnalare anche la supervisione al progetto di recupero delle Sovrintendenze ai Beni Artistici e Culturali: verranno salvaguardati alcuni affreschi rinvenuti, i soffitti lignei presenti nella struttura e sarà consolidato sotto l’aspetto sismico.
Le opere verranno realizzato in base a quanto stabilito anche dal “Protocollo Itaca Sintetico”, ovvero seguendo tutte le indicazioni per edifici ad alta efficienza energetica.

«È questo un avvenimento importante per tutto il movimento del Mutuo Soccorso – spiega il Presidente, Ermanno Sacchetto -. Si tratta, infatti, del primo prototipo di realizzazione di edilizia destinata ad accogliere, con permanenza temporanea, persone momentaneamente in stato di disagio abitativo: donne sole, donne con bambini, anziani. Nel complesso tutta l’operazione diventa significativa dimostrazione di come un immobile, acquistato oltre un secolo fa con uno scopo di utilizzo multi generazionale, possa diventare, dopo tanto tempo, simbolo di un’iniziativa che ha alla base la solidarietà. Per rendere possibile il progetto, unico esempio in Piemonte di collaborazione tra una Società di Mutuo Soccorso e l’Amministrazione comunale, la nostra Società ha ceduto, in comodato gratuito trentennale, l’uso dell’immobile al Comune di Pinerolo che ha così potuto usufruire del contributo Regionale. Un risultato importante per tutti».

«È un risultato importantissimo – spiega il Sindaco, Eugenio Buttiero -. Abbiamo dovuto lavorare a lungo, tutti insieme, per poter arrivare a raggiungere questo obiettivo. Finalmente siamo arrivati all’avvio dei lavori e possiamo dire che è un risultato di grande importanza per tutta la Città. Recupereremo un bellissimo edificio nel centro storico e, sopra ogni cosa, daremo risposte abitative di qualità a persone in difficoltà del nostro territorio. In questo periodo, più che mai, c’è un grande bisogno di queste opportunità. Grazie al lavoro di tutti, alla disponibilità della Società di Mutuo Soccorso, ai finanziamenti della Regione e del Comune, al lavoro degli uffici Comunali, siamo arrivati a raggiungere un altro traguardo strategico».