1o marzo 2014

Gran parte delle malattie renali si possono comportare come “killer silenziosi”: operano indisturbate, senza sintomi, per anni, e quando i loro effetti si rivelano, può essere tardi per correre ai ripari.
Le persone affette da obesità, diabete e ipertensione, sono quelle a più alto rischio di sviluppare una nefropatia e il loro numero – secondo i dati forniti dall’ASLTo3 in un comunicato  – è impressionante:  in Italia ci sono 15 milioni gli ipertesi, 5 milioni i diabetici e 10 milioni gli obesi; il 10% di queste persone è affetto da una malattia renale misconosciuta e ancora potenzialmente curabile.
Se la diagnosi è precoce, le cure possono essere molto efficaci e l’evoluzione della malattia renale può essere rallentata.
Un semplice esame delle urine e un controllo della misurazione della pressione arteriosa consentono di sospettare l’esistenza di una malattia renale, ma purtroppo risultati nella norma non bastano ad escludere la malattia in modo categorico. È necessario dunque identificare le persone a rischio di sviluppare una nefropatia per sottoporle a indagini più approfondite, come il controllo della creatininemia ed eventualmente l’ecografia.
Allo scopo di diffondere nella popolazione, nei medici e negli amministratori la consapevolezza che le malattie renali sono diffuse, pericolose, prevenibili e trattabili, su iniziativa della Società Italiana di Nefrologia (SIN) e della Fondazione Italiana del Rene (FIR), viene celebrata la Giornata Mondiale del Rene, ormai giunta alla nona edizione.
In occasione di tale Giornata la Nefrologia e Dialisi dell’ASLTO3 di Rivoli e Pinerolo (direttore unico, Marco Saltarelli), in collaborazione con i Laboratori Analisi degli Ospedali di Pinerolo e Rivoli e la Croce Rossa Italiana, metterà a disposizione del pubblico specialisti nefrologi e infermieri di dialisi per la misurazione della pressione arteriosa, l’esame delle urine e per la distribuzione di materiale informativo. L’appuntamento è per giovedì 13 marzo dalle ore 9.00 alle ore 12.00 presso gli atrii d’ingresso degli Ospedali di Rivoli e di Pinerolo.

 

giornata rene