11 dicembre 2013

Nella giornata di oggi, il Movimento 5 Stelle di Pinerolo ha emesso un comunicato in cui prende posizione contro i modi della protesta messa in atto dai forconi. Un comunicato che, almeno in apparenza, va in controtendenza con quanto dichiarato dai giorni scorsi dal leader del Movimento Beppe Grillo, il quale invitava le forze dell’ordine a schierarsi a fianco dei manifestanti.

«Il MoVimento 5 stelle di Pinerolo – si legge nel comunicato – intende comunicare a tutti i cittadini scesi in piazza in questi giorni tutto il proprio senso di preoccupazione per i pesanti disagi causati alla popolazione pinerolese.

Ribadiamo di essere totalmente favorevoli al diritto inalienabile e sacrosanto di sciopero e di protesta, a maggior ragione se le proteste vengono fatte per rivendicare gli stessi temi che da anni noi portiamo con tenacia nelle istituzioni.

Ribadiamo noi stessi la totale lontananza di questa politica dai problemi di disoccupati, precari, piccoli imprenditori schiacciati dalle tasse, studenti senza prospettiva e cittadini senza speranza. Speranza rubata dall’attuale classe politica autoreferenziale e funzionale solo a se stessa.

Siamo tuttavia totalmente contrari alla violenza ed alle intimidazioni utilizzate al fine di ottenere i suddetti scopi. Riteniamo che il dissenso, anche forte ma civile, non debba essere indirizzato verso i cittadini comuni, vittime anch’esse del medesimo sistema, ma debba essere rivolto con metodi propri della democrazia e del rispetto dell’uomo verso quegli apparati della società che hanno portato malessere e sofferenza in Italia: grandi gruppi finanziari, partiti politici, multinazionali, mafie.

A chi protesta ripetiamo che sta fermando l’Italia sbagliata! Vogliamo che non vengano dimenticati gli obbiettivi finali, che inevitabilmente debbono convergere su metodi democratici e sempre nel rispetto della libertà di tutti.
Il Movimento non sta tentando di cavalcare la protesta, nessuno ci troverà al fianco dei manifestanti a bloccare le strade.

Noi abbiamo scelto di protestare attraverso canali istituzionali utilizzando i pochi strumenti legali ed intellettuali che sono rimasti: l’opposizione politica, la parola, il ragionamento, l’onestà.

Ribadiamo che alla protesta occorre far seguire una azione pienamente democratica e costruttiva, che veda nel voto e nella democrazia partecipata i principali mezzi di espressione.

Rassicuriamo i nostri simpatizzanti: il Movimento 5 Stelle e i suoi attivisti non hanno organizzato né partecipato ad alcuno dei blocchi effettuati sul territorio pinerolese. Siamo un movimento pacifista, ma non moderato».

2013_12_11_Mercato Pinerolo Intasato

I camion che questa mattina (11 dicembre) impedivano lo svolgimento del mercato a Pinerolo