16 luglio 2015

Pareggia a 850 milioni di euro il bilancio di previsione della Città metropolitana di Torino. Il documento è stato approvato dal Consiglio metropolitano e il 29 luglio approderà in Conferenza metropolitana.

Non sono ancora state definite le materie delle funzioni delegate dalla Regione; la legge sarà approvata indicativamente nel mese di settembre.

«Anche se sono stati posticipati i termini di presentazione dei bilanci al 30 settembre, noi rispettiamo la scadenza di fine luglio per poter far partire subito il piano delle alienazioni – ha spiegato il sindaco metropolitano Piero Fassino –. Abbiamo chiesto al governo la riduzione della sanzione per lo sforamento del patto di stabilità dal 3 all’1% ed aspettiamo risposte».

«Approviamo dunque il bilancio in un percorso non ancora compiuto e programmiamo per settembre una manovra di assestamento: raccoglieremo le indicazioni dei primi cittadini di tutto il territorio con il coinvolgimento diretto delle zone omogenee».

Con il Bilancio, è stata illustrata anche la prima bozza dei due piani triennali di investimento sull’edilizia scolastica e sulla manutenzione stradale. L’impegno del 2015 si aggira sui 20 milioni di euro.

Il sindaco di Torino, Piero Fassino con il sindaco di Pinerolo, Eugenio Buttiero

Il sindaco di Torino, Piero Fassino con il sindaco di Pinerolo, Eugenio Buttiero