Il Lions Club Pinerolo Acaja propone anche quest’anno il calendario, realizzato dal socio Remo Caffaro, che ha rappresentato con una serie di immagini splendidi  castelli e palazzi alcuni dei quali inseriti nell’itinerario pinerolese creato dall’ADSI (Associazione Dimore Storiche Italiane).

Il territorio pinerolese presenta numerosi edifici di grande interesse storico ed artistico che conducono il visitatore attento in un passato ricco di fascino e in cui le caratteristiche fondamentali del castello, simbolo del potere politico e militare del signore, subiscono l’influsso dei più grandi architetti del XVIII secolo, fra cui Alfieri e Vittone.

Gli interventi di questi insigni progettisti, che hanno riformulato insieme a Juvarra gli spazi urbani del territorio piemontese e della capitale sabauda, hanno modificato l’originaria funzione difensiva delle dimore rendendole luoghi di grande piacevolezza ed eleganza. In questi edifici ampi saloni dedicati a feste sontuose, ricchi di marmi pregiati, stucchi e decorazioni di grande raffinatezza corrispondono, in un gioco ideale di volumi articolati in spazi esterni ed interni di grande respiro, ad eleganti giardini all’italiana o legati allo stile romantico inglese. In questi meravigliosi spazi verdi, costruiti con precise simmetrie, secondo progetti strutturati in base alle richieste della committenza, ma assecondando anche le caratteristiche del paesaggio, i declivi naturali e l’eventuale presenza di fonti d’acqua, è lecito ipotizzare che si svolgesse anche parte della vita dei signori e della loro corte. I giardini assumono quindi una precisa importanza storica e permettono di rivivere i fasti di un’epoca che ci conduce dal tardo Medioevo, età in cui sono stati in origine costruiti alcuni castelli, sino al XVIII secolo, momento in cui la maggior parte di questi edifici ha assunto la sua configurazione definitiva.

Successivi interventi sono stati elaborati nel secolo successivo ed anche in seguito, ma il ‘700 appare l’epoca in cui le dimore signorili scelte dal nostro Club per la realizzazione del calendario hanno assunto la configurazione che le contraddistingue ancor oggi, rendendole una preziosa testimonianza del gusto artistico e della storia dei secoli passati.

In questi edifici l’arte dell’accoglienza più raffinata si esprime attraverso l’utilizzo di moduli architettonici di grande sobrietà, ma di forte impatto, in cui l’uso della luce e dei volumi degli spazi abitativi contribuisce a creare forti emozioni nell’animo di chi vi giunge.

Gli splendidi affreschi settecenteschi, le pareti dipinte a grottesche, i soffitti a cassettoni, le volte a botte, ma anche la torre delle dimore di origine più antica (il mastio), che rappresentava l’estremo riparo in caso di attacco nemico e talvolta anche l’abitazione del signore, sono le testimonianze artistiche che illustrano la storia locale, offrendo una splendida opportunità turistica e culturale al territorio.

Mostra fotografica presso la Sala Caramba, Teatro Sociale, Pinerolo con ingresso da via Trieste (fronte piazzetta Verdi) in concomitanza alla 41 Rassegna Artigianato con i seguenti orari: giovedì 7 e venerdì 8 settembre dalle ore 17,00 alle ore 23,00; sabato 9 dalle ore 16,00 alle ore 23,30; domenica 10 dalle ore 10,00 alle ore 21,00. Venerdì 8 alle ore 17,30 presentazione ufficiale del Calendario 2018.

Le offerte acquisite tramite il calendario saranno devolute alla Scuola cani guida per non vedenti di Limbiate e altre opere di solidarietà sul territorio.

Villafr Marchieru_