Pinerolo. Dichiarazione di Eugenio Buttiero in occasione del 2 giugno In occasione del 66° anniversario della Festa della Repubblica, riportiamo una dichiarazione del sindaco di Pinerolo, Eugenio Buttiero: «2 giugno, Festa della Repubblica: sono i giorni in cui gli Italiani scelsero la Repubblica. Si avviò una importantissima fase che portò alla nascita della nostra Costituzione. Erano anni di difficoltà, ma anche di grandi speranze. Gli italiani avviarono, con il loro voto e con la loro scelta, un nuovo periodo, un periodo che fondava le proprie speranze su valori come la Democrazia, la Partecipazione, la Solidarietà. Oggi è necessario ritornare con il pensiero a quei giorni. È Calamandrei a ricordarci quello che gli italiani di allora seppero fare: “Io mi ricordo le prime elezioni dopo la caduta del fascismo, il 2 giugno 1946: questo popolo che da 25 anni non aveva goduto le libertà civili e politiche, la prima volta che andò a votare dopo un periodo di orrori – il caos, la guerra civile, le lotte, le guerre, gli incendi. Ricordo queste file di gente disciplinata davanti alle sezioni, disciplinata e lieta perché avevano la sensazione di aver ritrovato la propria dignità”. Non dobbiamo dimenticare quello che è stato perché è nei momenti che crediamo più bui e più difficili che si può e si deve trovare la forza di riaffermare la propria dignità, di cittadini, di persone. Che sia questa, del 2 giugno, l’occasione per riflettere sul nostro passato e sul nostro futuro. Che sia una giornata per riflettere sul “come” vogliamo mantenere Pace, Libertà e Democrazia. Non lasciamo,mai, prevalere sentimenti negativi e di contrarietà l’un con l’altro. La storia ci insegna quali grandi tragedie hanno portato. Lasciamo invece che prevalgano la voglia di fare, di cambiare in meglio, di crescere tutti insieme. Questi tempi difficili saranno così l’occasione per dare ai nostri giovani un futuro migliore. W l’Italia, W la Costituzione.” Eugenio Buttiero, sindaco di Pinerolo