17 giugno 2016

La notizia era nell’aria già da tempo, ma l’abitudine alle schermaglie estive lasciava ai tifosi biancorossi una speranza che alla fine le cose potessero risolversi per il meglio. E invece, questa volta è tutto vero: la Valpe non è iscritta al campionato 2016/2017.

L’ufficialità l’ha data lo stesso club, con un comunicato sul sito ufficiale. Vista l’impossibilità logistica a partecipare al campionato transfrontaliero AHL, la Valpe ha provato ad iscriversi alla serie B italiana, ricevendo però un rifiuto dalla lega.

«L’Hockey Club Valpellice – si legge – è dispiaciuto di dover comunicare che non potrà partecipare con un team senior ai prossimi campionati di hockey su ghiaccio maschile. Sarà pertanto il settore giovanile, l’unico protagonista dell’attività agonistica torrese della stagione sportiva 2016-2017.

Non si tratta di una scelta strategica ma piuttosto del pressoché inevitabile epilogo di un trimestre di confusione e pressappochismo federale, che ha negato la possibilità di affrontare un serio ragionamento di programmazione sportiva, in particolare con gli sponsor.

La fulminea istituzione della AHL non è stata accompagnata da altrettanta solerzia nella diffusione di tutte le informazioni necessarie a poter responsabilmente valutare la possibilità di parteciparvi.
Quando, il 31 maggio u.s. sono state rese note alcune delle informazioni richieste a più riprese alla FISG, la società ha valutato, seppur ancora non dettagliatamente, i costi di esercizio in caso di iscrizione alla AHL, per poter convocare l’Assemblea dei Soci del 9 giugno e deliberare sull’argomento.

L’assemblea ha valutato insostenibili i costi della AHL ed ha così dato mandato al direttivo societario di esaminare la possibilità di iscrizione alla serie B, tentando una rapida riorganizzazione per la ricerca di sponsor a sostegno di un team partecipante ad un campionato cadetto.

Stante il termine ultimo per l’iscrizione alla serie B al 15 giugno, data l’eccezionalità della situazione, l’HC Valpellice ha chiesto alla Federazione una proroga; non capita spesso infatti di non poter partecipare al campionato per cui si detengono i titoli sportivi e di doversi autoretrocedere.
Nonostante le reiterate e motivate richieste, la proroga è stata negata e si è venuta a verificare l’attuale situazione: una società sportiva è stata privata della possibilità di competere nell’ambito suo naturale, la serie A, e non le è stato dato il modo di limitare i danni partecipando alla serie B.

Il Club, consapevole di essere ormai fuori dai termini per l’iscrizione, preso atto del rifiuto di una proroga, constata però con stupore l’assenza dell’Egna tra le squadre iscritte al Campionato di serie B 2016/17. Detto team, infatti, ha richiesto di poter partecipare alla nuova lega AHL pur non avendone il diritto sportivo e, stando alle ufficiali comunicazioni federali, solo il 18 giugno, a seguito della riunione di consiglio, potrà avere esito della richiesta. Qualora l’esito dovesse essere negativo, la squadra avrà la possibilità di iscriversi alla Serie B.
Alla luce di quanto pubblicato dalla FISG, sembrerebbe che l’intransigenza nel rispetto dei termini federali non sia applicata in egual misura per tutti. Se all’Egna dovesse essere negata la possibilità di partecipare alla AHL infatti, solo una proroga dei termini di iscrizione consentirebbe al Club disputare il Campionato di serie B.

Il neo eletto direttivo assicura comunque il massimo impegno per un prossimo rientro del team senior nell’hockey che conta, ovverosia la naturale collocazione della nostra amata Valpe».

Hc-Valpellice-logo