2 maggio 2014

Dopo il preludio di domenica 27 aprile, entra nel vivo la II “Rassegna chitarristica pinerolese”.
Il compito di aprire la serie dei concerti “veri” tocca a Beniamino Trucco.

L’appuntamento è per sabato 3 maggio, alle ore 21, nella chiesa parrocchiale di Roletto.

Il giovane e affermato chitarrista saluzzese proporrà brani di autori del ’900 come Ponce e Martin messi a confronto con brani e compositori di musica antica.
Beniamino Trucco ha iniziato a suonare all’età di 5 anni con il metodo Suzuki seguito dal maestro Elio Galvagno.
Nel 2012 ottiene con il massimo dei voti e la lode il Diploma Accademico di I livello presso il Conservatorio “Verdi” di Torino sotto la guida del maestro Paolo Garganese, con cui sta proseguendo gli studi sempre al Conservatorio di Torino frequentando i corsi del Diploma di II livello ad indirizzo didattico. Ha inoltre partecipato a masterclass con alcuni fra i più importanti chitarristi e docenti sulla scena internazionale come Giulio Tampalini, Oscar Ghiglia, Frédéric Zigante, Emanuele Segre e Lorenzo Micheli.
Oltre all’attività con l’orchestra di chitarre, si è esibito in formazioni cameristiche e come solista in diversi festival e appuntamenti musicali; pluriennale la partecipazione al festival saluzzese Chitarrissima e alla rassegna Musica a corte che si svolge presso la Reggia di Venaria.
Suona una chitarra del liutaio Fabio Zontini.

Il chitarrista Beniamino Trucco

Il chitarrista Beniamino Trucco