4 agosto 2015

La mente vulcanica  del perrerese Giuseppe (Beppe) Agù ha fatto l’ultimo botto con la 1ª edizione del “Palio dei Comuni della Serenissima Repubblica della Val San Martino” che si svolgerà da venerdì 7 a domenica 9 agosto. Lunedì 27 luglio presso l’ex Comunità Montana di Perosa Argentina c’è stata la conferenza stampa per presentare l’iniziativa. Al tavolo della presidenza: il coordinatore Beppe Agù, la presidentessa Stefania Micol, la presidente dell’Unione dei Comuni Laura Zoggia, gli storici Diego Priolo e Valter Bruno, e Andrea Garavello, nella duplice veste di sindaco di Perosa ed editore del libro che racconta leggende e ricette della Serenissima Repubblica. Il pool organizzativo è composto dalla “Libera Associazione Valli Chisone e Germanasca”; “Compagnia Teatrale La Cricca Perrero” e dai volontari delle associazioni dei comuni partecipanti: Inverso Pinasca, Massello; Perosa Argentina; Perrero (con i suoi ex comuni, Bovile, Chiabrano, Faetto, Maniglia, Riclaretto, San Martino e Traverse); Pomaretto; Prali; Salza di Pinerolo e Usseaux.

Un tuffo nella storia

La Repubblica della Val San Martino è realmente esistita anche se per un periodo molto ristretto. La sua vicenda è inserita nella guerra di successione spagnola e prende le mosse dal voltafaccia del duca di Savoia Vittorio Amedeo II, che si schierò con Inghilterra e Olanda contro la Francia. Questa non stette ad aspettare e nel giugno del 1704 le truppe francesi, guidate dal generale La Feuillade, occuparono Susa e scesero verso Torino. Per proteggersi le spalle da eventuali attacchi delle truppe valdesi, cui Vittorio Amedeo II aveva promesso il ritorno in Val Pragelato a guerra conclusa, nel momento in cui il 27 giugno entrava a Perosa, La Feuillade intimò ai valdesi delle valli di mettersi ai suoi ordini. Sia i valdesi di San Germano e quelli della Val Luserna rifiutarono; gli abitanti della Val San Martino furono forzati ad accettare le condizioni del generale francese. Il trattato fu concluso il 3 luglio al campo francese di Perosa e constava di otto articoli che dettavano le regole costitutive della Serenissima Repubblica, tra le quali il libero passaggio delle truppe francesi, la libertà di culto protestante e il privilegio di avere il sale a Perrero a due soldi la libbra, da cui la denominazione di “Repubblica del sale”. Le premesse positive di questo trattato vennero ben presto negate dalla pratica, che consistette in un rapido degrado sia dal punto di vista politico e sociale che da quello religioso: le truppe francesi e quelle pragelatesi si alternavano nell’occupazione delle terre con gravi danni per la popolazione. Il culto e l’insegnamento religioso furono trascurati e la valle divenne ricettacolo di malfattori della peggior sorta. Fu, insomma, una Repubblica tutt’altro che Serenissima, al punto che, dopo soli quattro anni, i repubblicani preferirono chiedere perdono al duca Vittorio Amedeo II, che intanto aveva rioccupato senza fatica la valle. Il 17 agosto 1708, pertanto, nel campo di Balboutet, comune di Usseaux, venne sancita la fine della Serenissima Repubblica, con la concessione del perdono ducale.

Il programma

Una rapida visione con gli appuntamenti principali in programma presso gli impianti sportivi di Perrero. Venerdì 7 agosto apertura mostre (fotografica e del trasporto leggero in montagna). “Comunicando: un invito a riscoprire il territorio” (14:30). Ritrovo squadre partecipanti (16:30). Caccia al tesoro fotografica (20:30-23:15). Serata culturale con proverbi e modi di dire in patois e italiano a cura del Gruppo Teatrale La Cricca (21:30). Sabato 8. Seconda edizione di “Non solo formaggio…” (8:30-18). Proseguimento gare (14-18). Gofri per tutti (alle 18). Serata occitana con il gruppo “La Peyro Douso” al Palatenda (ore 21). Domenica 9. Giro del paese in costume (ore 10). Ritrovo per le gare pomeridiane (alle 14) e grande gara di cucina in cui sarà giudice il noto chef pinerolese Christian Milone. Semifinali e finali “Gioco del sold”. Esibizione “Gli amici della Fisarmonica” di Perosa Argentina. Ingresso libero (21:30). Chiusura giochi e premiazioni (22:15). Per info: 347.93.89.033

Giovanni Berger

PERRERO Vulcanico organizzatore Giuseppe Ag_