Domenica 28 maggio si celebra la Giornata nazionale per la donazione e trapianto di organi e tessuti.

Promossa dal Ministero della Salute, dal Centro Nazionale Trapianti e dalle Associazioni nazionali di settore. La Giornata ha il sostegno e la collaborazione delle Regioni e Province Autonome, degli enti locali e delle istituzioni sanitarie e rappresenta uno dei momenti di massima promozione della cultura del dono.

Gli scopi e gli obiettivi dell’iniziativa sono informare e sensibilizzare la popolazione sulle tematiche della donazione e trapianto di organi e promuovere una costante presa di responsabilità delle istituzioni per rispondere ai bisogni dei cittadini in attesa di trapianto.

Quest’anno lo slogan della campagna di comunicazione nazionale è “Diamo il meglio di noi”, e si ricollega al progetto nato nel 2016 che coinvolge aziende ed enti pubblici e privati, con l’obiettivo di estendere la cultura della donazione ai propri dipendenti.

Il Piemonte è da sempre una delle regioni più virtuose come numero di donatori di organi, di tessuti e di sangue.

Per allargare il numero di potenziali donatori, la Regione, con Anci e Federsanità, ha aderito da tempo all’iniziativa nazionale “Una scelta in Comune”.

Dallo scorso ottobre 2015, infatti, è possibile anche a Pinerolo esprimere la propria Volontà sulla donazione di organi e tessuti. Al cittadino maggiorenne, che si reca presso l’ufficio anagrafe per il rilascio o il rinnovo della carta di identità, verrà chiesto se desidera dichiarare la propria posizione rispetto alla donazione dei propri organi e tessuti dopo la morte encefalica.

Il cittadino potrà decidere liberamente se rilasciare o meno tale dichiarazione ed in caso affermativo gli verrà sottoposto, con l’utilizzo di un tablet, un modulo con il quale dichiarerà la propria posizione (favorevole o contraria), depositando la propria firma.

L’operatore stamperà per il cittadino una ricevuta e la sua scelta verrà trasmessa in via informatica al Sistema Informativo Trapianti (SIT) per la registrazione.

La scelta non è definitiva: il cittadino potrà sempre cambiare idea: la cancellazione della dichiarazione resa, infatti, può essere richiesta dall’ASL di appartenenza in qualunque momento dall’interessato.

Le persone saranno informate del progetto “Volontà sulla donazione di organi e tessuti” attraverso materiale divulgativo presente agli sportelli, oltre che dall’operatore d’anagrafe.
Tale opportunità deriva dall’adesione della Giunta comunale al progetto “Una scelta in Comune”.

L’adesione a tale progetto, che ha visto quali attori principali il Comune di Pinerolo, il Coordinamento Regionale delle donazioni e dei Prelievi di organi e tessuti (CRP) e il Centro Nazionale Trapianti, ha richiesto, oltre che un adeguamento del sistema operativo in uso per il rilascio della carta di identità, l’allestimento di postazioni per l’acquisizione della firma grafometrica dei dichiaranti ed un percorso di formazione degli operatori di sportello chiamati ad illustrare al cittadino questa nuova opportunità.

Al 22 maggio, i Comuni del Piemonte in cui è possibile dichiarare la propria posizione in merito alla donazione degli organi contestualmente al rinnovo della carta di identità sono 201 e 550 circa hanno cominciato il percorso per diventare attivi.

5026_1

 

Un po’ di dati

Per quanto riguarda i dati del primo trimestre 2017 del Piemonte si rilevano: 39.4 donatori di organi pmp (per milione di popolazione). La media nazionale è 26.5 pmp. Le opposizioni sono il 31 %.

Le donazioni di cornee sono in costante aumento e si prevede che a fine anno supereranno le 1.100 unità (872 nel 2015 e 1086 nel 2016).

I pazienti in lista di attesa nei centri trapianto piemontesi al 31 marzo sono 611.