Chiara Durando, 19 anni, fidanzata è al quinto anno del Liceo Linguistico “G.F. Porporato” di Pinerolo. Una ragazza come tante ma lei la “maturità” ce l’ha già in tasca. Ed è per questa maturità umana conquistata sul campo che è stata scelta come testimonial della LILT (Lega Italiana Lotta Tumori) per il “Ballo delle Debuttanti” di Stresa del 2017. Una notizia che ha accolto con grande sorpresa e orgoglio.

Il Ballo Debuttanti di Stresa, organizzato dall’APEVCO (Associazione no profit Promozione Eventi Verbano Cusio Ossola)  prevede, infatti, ogni anno, la collaborazione con una onlus. Da due anni collabora con la LILT sezione VCO  e in ogni edizione dell’evento viene scelta una ragazza quale testimonial che ha superato una patologia oncologica. Come Chiara.

All’età di 17 anni le viene diagnosticato il Linfoma di Hodgkin, un tumore del sistema linfatico.

Inizia allora un lungo e faticoso percorso. Deve cambiare molti ospedali e medici perché la malattia risponde troppo lentamente alle terapie e si deve pensare ad una cura che la faccia guarire completamente. Si sottopone a sei mesi di chemio e a un mese di radioterapia. Durante la malattia, che racconta con disinvoltura, si è molto avvicinata a sua madre, la persona che le è stata più vicina. Ma ha anche visto amicizie allontanarsi perché non la vedevano più in “giro” e altre avvicinarsi solo per curiosità…

Ai ragazzi che hanno problemi come quelli che ha avuto lei dice con convinzione: «Non fate come me: non isolatevi!»

Non sa ancora quanto e come la malattia l’abbia cambiata ma sa che l’ha trasformata anche nell’animo. Nel suo futuro vede una vita da ricercatore in campo medico perché «a me è stato donato del tempo e vorrei poter donare tempo agli altri».

Cercando tra le sue foto ha voluto inviarcene una di quelle scattate durante la malattia «perché è allora che mi sentivo più bella».

Adesso Chiara ce l’ha fatta. Rimane una vita da vivere ed alcuni esami clinici da fare periodicamente.

Cristina Menghini

11052537_946747142001996_7663941440221432245_n