Pinerolese, punta di diamante nell’educazione alimentare All’interno di una serie d’iniziative di promozione della cultura alimentare tra i giovani, nel progetto “Alla ricerca del cibo perduto: dai campi alla tavola”, la Provincia di Torino ha partecipato con successo nei mesi scorsi ad un concorso promosso dall’Unione Province d’Italia e dal Dipartimento della Gioventù della Presidenza del Consiglio dei Ministri. Il bando era volto a finanziare iniziative che promuovano una cultura dell’alimentazione sana e consapevole tra le nuove generazioni.
«Abbiamo scelto il Pinerolese come territorio simbolo della difesa delle tipicità locali – spiega il Presidente della Provincia, Antonio Saitta – Sono stati coinvolti in qualità di partner docenti e studenti degli Istituti di Istruzione Superiore “Arturo Prever” di Pinerolo (Turistico Alberghiero) e Osasco (Agrario), Slow Food Piemonte, la Scuola Malva-Arnaldi di Bibiana, la cooperativa “Il Frutto Permesso” di Bibiana e la Pro Cavour».
Insomma il pinerolese è diventato l’arma vincente per insegnare ai giovani a mangiare bene. Antonio Saitta, presidente della provincia