AGD –A fronte di un numero di lettori di libri religiosi sempre più esteso e importante (fonte IPSOS e ISTAT), che strada possono percorrere i soggetti interessati a questa filiera? Librerie religiose che ricercano il loro status di mercato e laiche sempre più disponibili a dare spazio al religioso, editori cattolici impegnati nella loro mission ed editori laici sempre più curiosi del segmento religioso. E ancora, l’offerta stessa del libro religioso trasforma la comunicazione a seconda dei canali distributivi che imbocca, compreso il sempre più imponente canale online che non disdegna di riconoscere alle vette del venduto i libri religiosi. Infine: come cambia il profilo del lettore di religione, quali domande guidano la sua lettura? Facile rispondere la ricerca di senso, ma come focalizzarla? Progetti editoriali o semplicemente cogliere al balzo i passaggi commercialmente significativi? L’occasione per fare il punto su tutto ciò e molto altro è la presentazione del settimo rapporto sull’editoria cattolica realizzato da UELCI (Unione Editori e Librai Cattolici Italiani) in collaborazione con l’Ufficio studi di AIE e il CEC (Consorzio per l’Editoria Cattolica)  il prossimo 20 aprile nella fiera milanese  “Tempo di Libri”. (ore 13.30, Sala Bodoni – Pad. 2).

libri vita