9 dicembre 2015

Uno dei compiti degli storici è quello di smitizzare. Rimuovere cioè quell’alone di leggenda che spesso avvolge vicende, i luoghi e i personaggi, falsando la realtà delle cose. Questo ha fatto Franco Carminati con il suo nuovo libro “Genesi di un borgo: Pinerolo. Nascita e sviluppo della città nei secoli”.

Il volume sintetizza quarant’anni di ricerche che l’architetto ha dedicato in modo particolare alla ricostruzione storico militare della città fortificata di Pinerolo. Il volume, pubblicato da LAR Editore contiene 40 disegni inediti che riproducono l’evolversi della struttura urbanistica della città dalle origini al 1970. Le ricerche sono state effettuate in Italia e in Francia e in modo particolare negli archivi militari francesi oltreché nell’Archivio Storico di Pinerolo. Il libro smaschera alcune “credenze” tra le quali l’esistenza di disegni e stampe attendibili nonché varie altre credenze tipo le famigerate ma inesistenti gallerie che secondo alcuni vanno da Pinerolo ad Abbadia passando sotto le strade principali. Altro scoop: la torre principale della cittadella crollò 13 anni prima e non a causa dell’esplosione della polveriera che ha praticamente distrutto tutto il castello il 23 giugno del 1665.

«Sono partito dai documenti originali e dalla rilevazione sistematica sul terreno di tutte le vestigia rimaste  – spiega Carminati – non dando nulla per scontato e soprattutto non prendendo per oro colato le precedenti pubblicazioni che spesso hanno condotto a fantasiose ed errate interpretazioni».

Il libro sarà presentato giovedì 10 dicembre alle ore 21 presso la Sala della Pro Loco di Pinerolo.

P.R.

S25C-415120410540