Apprezzatissime, al Circolo sociale, le fotografie del francese Emmanuel Breteau Il 27 aprile scorso, presso il Circolo Sociale di Pinerolo e all’interno del ciclo di incontri organizzati dal Cesmap (Centro Studi e Museo di Arte Preistorica), si è tenuta la conferenza “Roches de mémoire”, suggestivo titolo del libro realizzato dal fotografo francese Emmanuel Breteau dedicato all’arte rupestre delle Alpi occidentali. In qualità di ospite e relatore della serata, Breteau ha permesso, con l’ausilio di un proiettore per le immagini, di viaggiare con la mente tra siti archeologici di Francia, Svizzera e Italia osservando incisioni rupestri databili dal Neolitico alla fine dell’Età del ferro, immortalate con passione e abilità, raffiguranti prevalentemente motivi geometrici, cacce e cacciatori, agricoltori, guerrieri, oranti che testimoniano la vita e le credenze degli antichi popoli alpini. L’autore, con le sue stupende fotografie, ha voluto permettere una lettura delle opere che conferisse loro tutta la potenza evocatrice di cui sono portatrici; per questo Breteau ha creato condizioni particolari di lavoro, fotografando di notte con luci artificiali disposte diversamente caso per caso in modo da permettere alle linee delle incisioni di emergere e mostrarsi con grande chiarezza.

Valeria Ferraresi Il professor Enrico Comba del Cesmap (a destra) e il fotografo francese Emmanuel Breteau (a sinistra).