Vàire vire ’nt la vita ’d minca di
a venta pensé lòn fé al di dòp
për nen esse tòst un ciapà ’nt le fëtte
e nen rivé a fé lòn ch’as dev fé.
Bele ’l pensé ’d fé da bin minca afé
a l’é un ëd coj pass giust che ’l bon sust
a ciama a l’erta minca sentiment
ëd l’òm ch’a-i ten giust a fé sò dover.
Prontesse con gust e gran devossion
për andé ancontra a Gesù Bambin
com ch’a l’han fàit ij bërgé, sensa blaga,
a l’é mach n’arzorsa uman-a d’amprende
ch’a l’ha gnun cost e manch ëd sacrifissi
se nen amusesse con d’umiltà
ch’a sbon-a da l’òm con un plin d’amor.

Carlin Pòrta

Traduzione

Avvicinarsi a Gesù Bambino
Quante volte nella vita di ogni giorno
bisogna pensare a cosa fare al giorno dopo
per non essere tosto in ritardo
e non riuscire a fare ciò che si deve fare.
Anche solo il pensiero di far bene ogni cosa
è uno di quei passi giusti che il buon senno
richiama all’erta ogni sentimento
dell’uomo desideroso di fare il suo dovere.
Prepararsi con gusto e gran devozione
per andare incontro a Gesù Bambino
come hanno fatto i pastori, senza albagia,
è solo una risorsa umana da apprendere
che ha nessun costo e nemmeno dei sacrifici
se non divertirsi con dell’umiltà
che sgorga dall’uomo con un pizzico d’amore.

 

papa-francesco-messa-natale