13 giugno 2016

In un comunicato stampa, la Caritas di Torino si dichiara completamente contraria alla strumentalizzazione, per fini di polemica politica, del tema riguardante i poveri nella nostra città e nel territorio dell’area metropolitana torinese, definendola “deplorevole”. Di seguito riportiamo la versione integrale del comunicato.

Siamo di fronte a persone che soffrono e che vanno rispettate e amate,
così come cercano di fare i molti volontari che li seguono.
Stiamo parlando di persone in povertà più classica e grave,
ma anche di tanti altri che sono finiti negli ultimi dieci anni
in una situazione di serio impoverimento a causa della mancanza del lavoro;
in particolare famiglie sottoposte a sfratto, padri e madri soli con
figli a carico,
immigrati precari, anziani soli e a basso reddito,
giovani che non trovano occupazione,
bambini che fanno le spese dei problemi economici o relazionali
delle loro famiglie.
Non possono essere trattati come numeri pronti ad essere rimpallati
tra le parti.

L’impegno della Caritas e di altre realtà del privato sociale
si fonda sulla concorde collaborazione
anche con gli organismi istituzionali pubblici
per cercare insieme di far fronte a tante necessità.
Risulta, dunque, fuori luogo ogni utilizzo strumentale della questione
da parte di tutti gli attori in gioco.

Auspichiamo che nel dibattito vengano, invece, evidenziate
le strade percorribili per incrementare la presa in carico di questi fratelli.

Logo Caritas