2 maggio 2016

Ha messo radici nel territorio pinerolese “Il Sicomoro”. Nato da un progetto della Pastorale della Famiglia della Diocesi, si presenta come un Centro di Ascolto dedicato alle famiglie. Non si tratta di un consultorio, ma offre una vasta gamma di servizi che verranno avviati nei prossimi mesi. L’inaugurazione si è svolta venerdì 15 aprile presso la biblioteca Bonatto di Pinerolo, alla presenza di numerose autorità ed esponenti di vari enti di volontariato sociale.

Joram Gabbio, presidente del Sicomoro, e Giuseppe Caggiano (vicepresidente e responsabile dell’Ufficio famiglia), hanno fatto gli onori di casa spiegando in breve le opportunità di questo nuovo servizio. Il Sicomoro, come l’omonimo albero che cresce in Palestina, è un simbolo di possibilità di risalita. Vuole essere un segno di speranza per le famiglie in difficoltà. Non solo in maniera simbolica, ma concreta.

Tutti possono accedere al servizio, senza alcuna distinzione, telefonando al numero dell’associazione o inviando una mail. Un centralino ascolta l’utente che poi verrà indirizzato a un colloquio con uno degli esperti che prestano servizio nel Sicomoro, secondo la specifica necessità. Nella équipe sono presenti psicologi, educatori, giuristi, consulenti del lavoro e medici. I professionisti coinvolti seguiranno le situazioni ricevendo un compenso simbolico, per non più di sei incontri. Le famiglie che vorranno potranno lasciare un contributo. Il servizio è già attivo da qualche mese e ha già dato i primi frutti. Ora si parte in maniera organizzata. La sede, che fino ad ora è stata ospitata presso Casa della Giovane (Via Silvio Pellico), si trasferirà nei locali del Seminario di Via Trieste a Pinerolo. Gli invitati all’inaugurazione hanno potuto visitare i locali.

Il vescovo di Pinerolo, monsignor Pier Giorgio Debernardi, ha poi incoraggiato l’opera citando un brano della nuova lettera apostolica di papa Francesco “Amoris laetitia” che invita ad accompagnare i coniugi nelle situazioni di crisi. Crisi letteralmente significa bivio. «Ogni crisi nasconde una buona notizia, scrive il Papa ed è questo l’augurio che rivolgo al Sicomoro – ha detto monsignor Debernardi – cioè che possa accompagnare le famiglie in difficoltà a trovare nelle proprie situazioni di crisi una buona notizia».

Per contatti e informazioni: tel. 366.52.83.493; mail. sicomoro_pinerolo@libero.it

Ives Coassolo

famiglia