AGD 29 Aprile 2014

Parla attraverso i settimanali diocesani il Card.Tarcisio Bertone e smentisce ciò che era emerso nei giorni scorsi su alcuni media rispetto alla sua abitazione. Con una lettera ai settimanali diocesani di Vercelli, di Genova (dove è stato arcivescovo) e a quello di Ivrea (sua diocesi di nascita) spiega che ne è stata raddoppiata la metratura. «E’ stato detto, fra l’altro- scrive – che il papa si sarebbe infuriato con me per tanta opulenza.

Addirittura è stato messo a confronto lo spazio del “mio” appartamento con la presunta ristrettezza della residenza del Papa”. Riferisce di essere “grato e commosso per la telefonata affettuosa che ho ricevuto da Papa Francesco il 23 aprile scorso per dirmi la sua solidarietà e il suo disappunto per gli attacchi rivoltimi a proposito dell’appartamento, del quale era informato fin dal giorno in cui mi è stato attribuito».

Precisa che «L’appartamento spazioso, come è normalmente delle residenze negli antichi palazzi del Vaticano e doverosamente ristrutturato (a mie spese), mi è concesso temporaneamente in uso e dopo di me ne usufruirà qualcun altro» . E conclude: «Come diceva il Santo Pontefice Giovanni XXIII “non mi fermo a raccogliere le pietre che sono scagliate contro di me».

 

download