Da pochi giorni si è insediato a Perosa Argentina il nuovo parroco Orlando Aguilar Tobon, originario della Colombia, da anni a servizio della Diocesi di Pinerolo. La notizia è nota. La vera novità sta nello stile di vita che don Orlando condurrà a Perosa.

Un testo di recente pubblicazione titolava “Preti, ma non da soli”. Così infatti don Orlando vivrà nella canonica che fronteggia la chiesa di San Genesio insieme ad altri due sacerdoti: don Luciano Chino, recentemente ordinato da monsignor Pier Giorgio Debernardi e don Rafael Urzua Galvez, attuale parroco di Prali (il primo sacerdote straniero incardinato a Pinerolo).

«Dobbiamo ancora prendere il giro regolare di vita comune – spiega don Luciano, mentre armeggia ai fornelli – ma è una bella prospettiva di vita comune».

don orlando Aguillar Tobon

don orlando Aguillar Tobon

Attendiamo don Orlando per la cena chiacchierando delle necessità pastorali di Perosa e della Valle. Don Luciano per ora sostituisce a Prali don Rafael che, per alcune settimane, è tornato nella sua terra d’origine, il Cile, per accudire la mamma. Finalmente ci raggiunge don Orlando che arriva con la sua famiglia in visita.

«Una comunità dà il senso di famiglia – spiega don Orlando mentre ceniamo insieme – e aiuta anche a essere fedeli agli impegni di preghiera. Noi saremo insieme ma senza specializzazioni. Ciascuno di noi si occuperà di tutto, dai giovani agli ammalati, perché la cosa importante è l’incontro e la relazione con tutti».

Secondo sant’Agostino una comunità di religiosi è terreno fertile per le giovani generazioni anche al servizio totale per il Signore. Seguiremo la nuova comunità augurando a don Orlando, a don Rafael e a don Luciano un proficuo ministero pastorale.

Ives Coassolo