Sarà il cardinale Prosper Grech a tenere la meditazione ai 115 cardinali elettori, una volta entrati in Conclave. Ad annunciarlo è stato padre Federico Lombardi, direttore della sala stampa della Santa Sede, nel briefing di oggi (8 marzo 2013). La costituzione apostolica “Universi Dominici Gregis”, dopo il giuramento dei singoli porporati e l’“extra ommes” dichiarato dal Maestro delle celebrazioni liturgiche pontificie, monsignor Guido Marini, prevede infatti una meditazione ai cardinali elettori “circa il gravissimo compito loro incombente e sulla necessità di agire con retto intendimento per il bene della Chiesa universale”. Si tratta di una delle due meditazioni previste dalla Costituzione apostolica di Giovanni Paolo II: a tenere l’altra, prima dell’inizio delle Congregazioni generali del Collegio cardinalizio, è stato il predicatore della Casa Pontificia, padre Raniero Cantalamessa. Padre Grech è il primo cardinale maltese dopo 168 anni, nominato da Benedetto XVI nel concistoro del 18 febbraio 2012. È professore emerito di diverse università pontificie di Roma, consultore della Congregazione per la dottrina della Fede e membro dell‘Istituto Patristico Augustinianum e della Pontificia Commissione Biblica. (Agensir)

Il cardinale Prosper  Grech

Il cardinale Prosper Grech