Mercoledì 4 settembre 2013

AGD – “In giorni come questi – evidenzia mons. Cesare Nosiglia, presidente Cep – siamo obbligati a ricordare che la pace è davvero una questione che ci riguarda, personalmente e da vicino. Auspico che proprio questi giorni di grande preoccupazione possano diventare occasione per costruire anche quiCroce del Sermig, sul nostro territorio, percorsi comuni di riconciliazione tra tutti i cittadini del nostro territorio, al di là delle diversità di religione o di cultura di ciascuno”.

Anche mons. Cesare Nosiglia, Arcivescovo di Torino, rilancia l’invito di Papa Francesco “di fronte al pericolo della guerra in Siria e a tante situazioni di violenza e conflitto nel Medio Oriente”. Chiede a tutte le parrocchie, i santuari mariani, le comunità religiose e claustrali, le associazioni e movimenti di promuovere, nella giornata di sabato 7 settembre, speciali momenti di preghiera nelle sante messe, con l’adorazione eucaristica, il santo rosario e celebrazioni della Parola, secondo l’intenzione del Papa.
Dispone che il corrispettivo del digiuno sia devoluto per le necessità delle Chiese e comunità cristiane del Medio Oriente in gravissima difficoltà e sempre più spesso sottoposte a violenze e soprusi.
Per tutti, “Cattolici e fedeli delle diverse confessioni, uomini e donne di buona volontà, e soprattutto i giovani” l’appuntamento è a Torino alla veglia di preghiera per la pace, al Sermig alle 20,30 di sabato 7 settembre.