24 giugno 2015

«Perché Pinerolo? Per ringraziare monsignor Pier Giorgio Debernardi, al suo ultimo anno come Ordinario della nostra Diocesi, del grande sostegno che ha sempre offerto alla sottosezione pinerolese dell’Unitalsi. E anche per far conoscere maggiormente la nostra associazione a Pinerolo e sull’intero territorio diocesano».

Così Paola Sanmartino, presidente della sottosezione pinerolese dell’Unitalsi (Unione Nazionale Italiana Trasporto Ammalati a Lourdes e Santuari Internazionali), spiega come mai è stata scelta la città di Pinerolo (dopo Saluzzo, due anni fa, e Alba lo scorso anno) come sede della terza edizione della Festa Sezionale, che riunisce le dieci sottosezioni presenti sul territorio del Piemonte e della Valle d’Aosta, in programma domenica 28 giugno.

«Ci aspettiamo – prosegue Sanmartino – circa quattrocento partecipanti. Un po’ meno dello scorso anno a causa sia dell’impegno di molti di noi nell’Ostensione della Sindone a Torino, sia del ravvicinato pellegrinaggio nazionale a Torino (Sindone e Casa Madre dei Salesiani), svoltosi il 13 e 14 giugno scorsi». Slogan dell’incontro sarà: “la gioia della missione”.

Il programma della giornata prevede: arrivo e sosta pullman in piazza Vittorio Veneto; ore 9:30 accoglienza nel cortile del Seminario vescovile (entrata da via Arsenale); ore 10:45 processione con le persone in carrozzina (lungo corso Torino) verso la chiesa Cattedrale San Donato; alle 11:30 la celebrazione eucaristica presieduta da monsignor Pier Giorgio Debernardi (al termine, foto di gruppo davanti alla Cattedrale e ritorno in Seminario); ore 13:00 il pranzo conviviale nel cortile del Seminario allietato dall’animazione a cura del gruppo corale di Cantalupa; ore 16:30 cerimonia di chiusura e commiato.

Per informazioni www. unitalsipiemontese.it

Vincenzo Parisi

 

Unitalsi