Pinerolo. In programma domenica 30 dicembre nella basilica di San Maurizio Lo ammettiamo, eravamo invidiosi. In diocesi si celebrano da alcuni anni la “Messa dei giovani”, la “Messa dei popoli”, la “Messa dei catechisti”, ma la Messa delle famiglie? C’è la Festa a settembre, ci sono giornate di incontro, pellegrinaggi e molto altro, ma la Messa delle famiglie proprio non si trovava.
Per non essere da meno, abbiamo chiesto al vescovo la disponibilità per celebrarne una. La data è quella del 30 dicembre, la prima domenica dopo Natale, quando la Chiesa celebra la Sacra Famiglia. Ci ritroviamo a San Maurizio alle ore 17. Ma che cosa c’è di diverso in una Messa delle famiglie rispetto alle altre messe? Probabilmente niente e forse tutto. La stiamo ancora organizzando e non sappiamo che cosa verrà fuori. Di certo sarà familiare il clima, come ci chiede il nostro Vescovo nella lettera pastorale «il clima di famiglia continuerà ad essere quello ideale per impedire che le celebrazioni liturgiche si riducano a riti senza anima». Sarà una messa per tutte le famiglie: quelle con bambini e quelle senza, quelle in armonia e quelle in difficoltà, quelle povere e quelle benestanti. Sarà una messa adatta ai più piccoli, con molti simboli e una certa dose di rumore in sottofondo; sarà una messa che, speriamo, ci rimarrà dentro e ci darà la voglia e il coraggio di essere un po’ di più «la prima e vitale cellula della società» (F.C. 42).
Non ci dimentichiamo, però, che la famiglia è legame, amicizia, stare insieme. Per questo a seguire ci ritroveremo nel salone parrocchiale per uno scambio di auguri: che il nuovo anno sia fecondo di doni spirituali e, perché no, materiali per tutte le famiglie del nostro paese.
L’Ufficio per la Pastorale Familiare della diocesi di Pinerolo augura a tutti un sereno Natale ricco di quella speranza che arriva dall’incontro con il Cristo incarnato per il quale “tutto cambia” (lettera pastorale 2012). La rappresentanza pinerolese alla Giornata Mondiale delle Famiglie 2012 di Milano