4 dicembre 2015

La Colletta Alimentare dello scorso 28 novembre ha raccolto, solo nel territorio pinerolese (26 i supermercati coinvolti), 22.500 chilogrammi di generi alimentari. Dai dati nazionali emerge, nonostante un calo della quantità di prodotti raccolti, un notevole aumento di volontari tra cui molti giovani: «A migliaia – riferisce il responsabile della Colletta alimentare per il Piemonte Nino Laface, evidenziando come il nostro sia – un popolo che pur nella crisi persistente dimostra sensibilità e capacità di gratuità sorprendente». La stessa generosità si attende anche per l’Avvento di Fraternità, la raccolta straordinaria che la Caritas di Pinerolo destinerà a due progetti di solidarietà. Il primo è a sostegno della missione monsignor Rino Perin, vescovo di M’Baiki nella Repubblica Centraficana dove si vive in un clima di forte tensione e precarietà. La diocesi di monsignor Perin è confinante con quella di Bangui dove il Papa ha aperto materialmente e simbolicamente la Porta santa del Giubileo. Il secondo progetto contribuirà alla realizzazione di un’opera “segno” di accoglienza e ospitalità verso chi è in difficoltà. «Per non dimenticare – spiega il direttore della Caritas, don Virgilio Gelato – le nuove povertà che ormai sono di casa anche nella nostra diocesi».

colletta