Attualità

Lavoro: il diritto che non c’è

Nell’epoca dei diritti costruiti a tavolino, ritagliati sui desideri del momento, ogni anno arriva il 1° maggio: di fronte alla dignità delle lavoratrici e dei lavoratori, spazzata via la retorica, questa ricorrenza aiuta a ritrovare quella dimensione umana che tante azioni ideologiche e visioni economicistiche stanno mettendo in discussione. La Festa dei Lavoratori è un richiamo, quindi, alla realtà che impone di tornare a parlare di quei “diritti umani” riconosciuti (perché esistono, non possono essere creati o cancellati a piacimento) nella “Dichiarazione universale dei diritti umani” del 1948, tra cui c’è il lavoro: «ogni individuo ha diritto al lavoro,...

Leggi

Gravi danni per le gelate. La zona più colpita in provincia di Torino è il pinerolese

  TORINO  «L’ondata di maltempo anomala di questi giorni, con l’improvviso abbassamento delle temperature, scese anche sotto lo zero, ha provocato gelate nei campi coltivati, con effetti negativi sulle colture, in particolare su vigneti, frutteti e ortaggi dei campi del torinese – spiega Fabrizio Galliati, presidente di Coldiretti Torino –. Data l’eccezionalità del fenomeno, il presidente della Regione Piemonte Sergio Chiamparino e l’assessore all’Agricoltura Giorgio Ferrero, per fare fronte ai danni causati da queste gelate notturne, hanno chiesto l’intervento del governo». «Non è ancora possibile quantificare i danni, ma le segnalazioni che arrivano un po’ da tutta la provincia...

Leggi

25 aprile, ieri ed oggi

Viviamo in un’epoca nella quale sono ricorrenti le “Giornate”. Non c’è mese durante il quale non si celebri qualche ricordo, qualche data speciale, qualche evento. Ciò, indubbiamente, rappresenta uno stimolo positivo perché vuole richiamare l’attenzione di un’opinione pubblica spesso distratta ed orientata per lo più da riferimenti dell’economia e dalla ricerca di un (presunto) benessere materiale, piuttosto che da valori etici e morali. Non è raro il caso, d’altra parte, che molti non conoscano il significato preciso delle varie ricorrenze: la celebrazione del 25 aprile, ad esempio, è percepita – soprattutto da molti giovani -, più come giorno di...

Leggi

Biotestamento. Aris: massimo rispetto per la legge ma rivendichiamo la nostra libertà di coscienza

“Rivendichiamo per le nostre strutture – e per i sanitari che vi operano e sulla base di una loro libera opzione di coscienza – l’impegno di applicare rigorosamente la legge in approvazione sulle Dat salvo la facoltà di non assumerci la responsabilità di assistere pazienti la cui dichiarazione anticipata di trattamento faccia presumere un conflitto difficilmente sanabile con il nostro fermo orientamento etico”. Si rivolge direttamente al Parlamento padre Virginio Bebber, presidente dell’Aris (Associazione che riunisce le istituzioni sanitarie cattoliche gestite dagli enti religiosi), alla vigilia della ripresa del confronto nell’Aula di Montecitorio sul cosiddetto biotestamento. “Massimo rispetto per...

Leggi

IL RAPPORTO DEL MINISTERO DELL’ECONOMIA E DELL’ENERGIA DELLA GERMANIA SCEGLIE ACEA PINEROLESE COME BEST PRACTICE DELLE RINNOVABILI NELL’INTERO ARCO ALPINO

Il Ministero dell’Economia e dell’Energia della Germania ha scelto Acea Pinerolese con il suo Polo ecologico di trattamento del rifiuto organico da raccolta differenziata come modello di best practice tra i progetti di energie rinnovabili di tutto l’Arco Alpino. Il rapporto analizza tutte le realtà dei Paesi che si affacciano sull’arco alpino che hanno sottoscritto la Convenzione delle Alpi (Austria, Francia, Germania, Italia, Liechtenstein, Monaco, Slovenia e Svizzera e l’Unione Europea), un trattato internazionale per lo sviluppo sostenibile e la protezione delle Alpi. La Presidenza tedesca della Convenzione delle Alpi, con riferimento ai cambiamenti climatici ed energia, ha voluto raccogliere esempi di buone pratiche di progetti che dimostrano come nello sviluppo e nell’attuazione di progetti di energie rinnovabili nello spazio alpino sia possibile tenere conto della protezione della natura e prevenire i conflitti sull’uso di suolo. Acea Pinerolese rappresenta un modello scelto fra tutte le realtà dei Paesi dell’arco alpino come esempio di progetto di Energie Rinnovabili lungimirante, innovativo e sostenibile, replicabile in altre regioni alpine. L’obiettivo del rapporto è stato quello di fornire, in vista di un futuro potenziamento delle energie rinnovabili nell’arco alpino, spunti per una progettazione e una attuazione compatibili con la natura e il paesaggio. I settori presi in considerazione vanno dai progetti nell’ambito delle Smart Grid (reti intelligenti) e sistemi di accumulo efficienti, alle risorse energetiche e alle tecnologie nell’idroelettrico, eolico, fotovoltaico, geotermia, bioenergie...

Leggi