L’organizzato disordine di Tere Grindatto

Quando nell’ormai lontano 2009, per la prima volta, ho conosciuto l’opera artistica di Tere Grindatto (nella sua dimora di Villa Cardon dove lo scorso 30 giugno – sono stati esposti gli ultimi suoi lavori in occasione della presentazione del proprio libro “Disordine, Ordine, Disordine”), mi sono immediatamente trovato a confronto con un inatteso e singolare repertorio di dipinti del tutto imprevisti per le loro entità contenutistica e forma espressiva, ma anche per la curiosa sistemazione di archiviazione e conservazione per loro attuata dall’autrice. Opere appese in armadi, come vestiti Mi attendevo di vedere una serie di consueti quadri, correttamente...

Leggi

Quando a Monte Oliveto c’erano gli orfani di guerra

Angelo Aimi di San Secondo Parmense e Giuseppe Mancia di Oldenico (Vercelli): questi sono i nomi dei primi due bambini, orfani di guerra, accolti all’Istituto Salesiano di Monte Oliveto a Pinerolo il 29 maggio 1916. In quattordici anni ne saranno ospitati oltre cinquecentocinquanta. L’anno precedente, l’ordine aveva acquistato la proprietà per adibirla a noviziato, ma pochi mesi dopo, mentre si avviavano i preparativi per le celebrazioni del centenario della nascita del fondatore San Giovanni Bosco, scoppiò la prima guerra mondiale ed anche i ragazzi salesiani vennero chiamati alle armi. L’allora rettor maggiore, don Paolo Albera, seguendo lo spirito della...

Leggi

ADMO: un impegno che vale una vita

L’Admo (Associazione donatori midollo osseo) onlus è nota a livello internazionale. Ma troppo spesso dimentichiamo gli eroi della porta accanto, le umili ma coraggiose origini di un’iniziativa che merita ammirazione e riconoscenza. Da una tragedia, la famiglia Bella e Corrà di Villar Perosa ha saputo trarre la forza per fondare una realtà che garantisce guarigione al 60\70% dei malati che attualmente ricorrono al trapianto di midollo osseo. La percentuale aumenta quando si curano i bambini. Anche chi soffre di anemia mediterranea può guarire grazie al trapianto midollare. Mario Bella, presidente onorario di Admo Piemonte, che ha sede a Villar...

Leggi

Non abbiamo dimenticato l’Africa. Risposta all’appello di padre Zanotelli

In questi ultimi giorni, da più parti, mi è stato inoltrata una lettera-appello di padre Alex Zanotteli, del luglio 2017, in cui il missionario comboniano invita i giornalisti a non dimenticare le sofferenze dell’Africa. «Come missionario – scrive Zanotelli – uso la penna (anch’io appartengo alla vostra categoria) per far sentire il loro grido, un grido che trova sempre meno spazio nei mass-media italiani. Trovo infatti la maggior parte dei nostri media, sia cartacei che televisivi, così provinciali, così superficiali, così ben integrati nel mercato globale. So che i mass-media, purtroppo, sono nelle mani dei potenti gruppi economico-finanziari, per...

Leggi

Con la TELEMEDICINA il dottore arriva ovunque

«La telemedicina fa parte di un’area molto più vasta che è quella della collaborazione a distanza, quando due o più soggetti non sono nello stesso luogo, ma hanno un obiettivo comune – spiega Francesco Pagani, ingegnere, ora responsabile dell’ufficio Missionario della diocesi e da sempre affascinato dalla telemedicina –. Questo sistema innovativo utilizza la tecnologia informatica e della comunicazione ICT (information comunication tecnology) nel campo medico. Le condizioni sono quelle dove un paziente e un medico possono non essere nello stesso luogo o addirittura in continenti diversi». La telemedicina oggi si articola in tre sotto aree che sono: il...

Leggi